scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
03/02/2021

IL PERSONALE FANO Poltrone vacanti a palazzo. Qual…

Corriere Adriatico

IL PERSONALE
FANO Poltrone vacanti a palazzo. Qualcuna da un bel po' di tempo, come quella di dirigente ai Servizi interni e demografici, qualcun'altra solo da qualche mese, come quella di responsabile dell'ufficio Turismo rimasta senza padrone dopo il pensionamento di Mauro Giampaoli. Con l'interim ad Adriano Giangolini, che già governava l'Urbanistica, si è invece tamponato il recente congedo di Sandro Sorbini.
La girandola
Entrambi i ruoli sono ora materia di bando da parte dell'amministrazione comunale, che però ha adottato la scelta dell'incarico a tempo determinato. Prevedendo per la veste di dirigente dei Lavori pubblici un contratto di portata triennale, con possibile estensione fino ad un massimo di altri cinque anni, ci si è tenuti comunque larghi, mentre per la guida del Turismo, il cui inquadramento è quello del funzionario, accordo di un anno prolungabile al termine solo di anno in anno e comunque non oltre il mandato del sindaco. La selezione avverrà al termine di una prova scritta, che consisterà nella formulazione di dieci domande a risposta sintetica, e di una prova orale, che contemplerà altre cinque domande. Disposti per ciascuna prova quattro gradi di valutazione (eccellente, buono, sufficiente, insufficiente). All'interno del bando specificati anche le materie oggetto d'esame, i requisiti per accedere e anche il termine ultimo per la presentazione delle domande che è fissato al 22 febbraio.
Le procedure
Nessuna indicazione perentoria circa invece l'espletamento dei bandi, con il rischio concretissimo che le due procedure si sovrappongano a quelle concorsuali che ancora attendono di essere sdoganate.
L'emergenza pandemica, che ne ha dettato inizialmente il blocco alimentando poi inevitabili complicazioni di ordine operativo per lo svolgimento delle selezioni, ha finito per appesantire il ritardo che già stava segnando l'iter per la copertura del ruolo di dirigente dei Servizi interni e demografici, il cui bando risale a fine 2018, ma anche quello per l'assegnazione dell'incarico di dirigente di Servizi educativi, Cultura e Turismo, che è invece scattato poco più di un anno fa e contestualmente al pensionamento di Grazia Mosciatti, che ha poi continuato a svolgere per qualche tempo le proprie mansioni a titolo gratuito. 49 i candidati che aspettano da fine 2019 di essere chiamati, mentre sono 42 quelli in stand by dal 2018. Il numero sale invece ad 81 per un altro concorso rimasto in sospeso, quello per due giornalisti pubblici.
La delega
Su questi fronti l'amministrazione comunale sta continuando a sopperire con il conferimento di speciale delega ai funzionari Danilo Carbonari per Servizi educativi, Cultura e Turismo e Lucia Oliva per Servizi interni e demografici, mentre per la comunicazione istituzionale viene periodicamente rinnovato apposito incarico esterno all'agenzia Comunica. Interamente nelle mani del sindaco Seri invece l'individuazione del nuovo segretario comunale, dopo che in queste settimane anche Antonietta Renzi è arrivata a fine corsa e si è dunque aperto un altro buco, temporaneamente arginato dalla dirigente dei Servizi finanziari Daniela Mantoni nella sua qualità di vice.
Andrea Amaduzzi
© RIPRODUZIONE RISERVATA