MENU
Chiudi
23/10/2018

Il Pd: non abbiamo bloccato alcuna opera

Il Centro

Polemica sugli appalti, i consiglieri Filipponi e Vasanella replicano alle accuse di Rosci di Articolo 1
GIULIANOVA Giungono puntuali le repliche di Federica Vasanella e Gabriele Filipponi alle dichiarazioni di Valerio Rosci di Articolo 1 in merito alla bocciatura del proposta del sindaco dimissionario Mastromauro di abbandonare la stazione unica appaltante della Provincia per aderire alla società consortile Asmel. La capogruppo comunale e consigliere provinciale Pd afferma: «Ricorda male il ripescato consigliere Rosci, forse perché impegnato a ripassare il suo intervento di consiglio comunale scritto sotto dettatura dei compagni di partito, poiché la data del 28 ottobre di cui parla è stata presuntivamente indicata come quella utile all'apertura delle buste di gara, non in assise civica ma nel corso della conferenza stampa organizzata dal Pd. Ovviamente sono costretta a rimandare al mittente le bislacche e pretestuose affermazioni dell'esponente di Articolo 1 che vorrebbe attribuire ad un mio capriccio e del Pd la sonora bocciatura alla proposta del sindaco quando, in realtà, è stata la quasi totalità del consiglio comunale a dire "no" per la evidente mancanza di trasparenza nella scelta della nuova stazione unica appaltante». Anche Filipponi, consigliere e segretario Dem, dice la sua: «Al consigliere Rosci va ricordato che il Pd tutto ha cercato, attraverso i suoi rappresentanti per mesi, di trovare la migliore scelta per Giulianova in modo plurale e ponderata per il cambio della Sua. Il Pd ha avanzato più volte proposte alternative, indicando la costituzione di consorzi tra comuni teramani, strutturando l'Unione dei Comuni Terre del Sole, ma tali suggerimenti sono rimasti inascoltati. Il Pd non ha bloccato nessuna opera pubblica, la gara per la caserma va avanti, il milione di euro è stato impegnato con delibere di giunta che al momento non hanno efficacia dovendo passare in consiglio con la votazione di bilancio. Il piano asfalti ed altre opere mancano dei relativi progetti. Comprendiamo lo stato di confusione politica: il suo progetto alternativo è fallito visti i risultati. Invitiamo Rosci a guardare in prospettiva tenuto conto che il Pd a livello regionale sta cercando di ricostruire un soggetto alternativo ai partiti populisti e sovranisti. Gli attacchi personali non fanno bene alla politica del centrosinistra dei nostri territori». (al.al.) ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Foto: Gabriele Filipponi e Federica Vasanella

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore