scarica l'app
MENU
Chiudi
07/11/2018

Il Palasport dei lavori infiniti Venti anni di annunci e smentite

Gazzetta del Sud

Mistero sul completamento dell ' impianto che sorge a Rende
Il sindaco Manna sta spingendo per la consegna dell ' opera prima della conclusione del suo mandato amministrativo Nelle casse del Municipio sono arrivati i soldi per il collaudo ma manca la data d e l l ' i n a u g u ra z i o n e
Francesco Mannarino Lo scorso luglio, il sindaco Marcello Manna, annunciò l ' imminente com pletamento dei lavori del Palasport di Rende. Qualche giorno fa, ancora un altro passaggio: «Ci siamo, apriremo il palazzetto, in arrivo altri finanziamenti». La verità, purtroppo, è che pare vi sia più di qualche problema per la reale apertura di un ' opera che rappre senterebbe il salto di qualità per la città e per l ' area urbana. Una struttura che, per come previsto, non si limiterebbe alle sole attività sportive. Manna, sul progetto, ha le idee chiare: grandi eventi e concerti che, finora, non sono stati possibili far svolgere sul nostro territorio proprio per la mancanza di luoghi adatti. Un piccolo " Fo r u m " (come quello di Assago), per in tenderci. Ma andiamo per ordine: il progetto risale agli anni ' 90, un edifi cio comunale che sosta nel quartiere Villaggio Europa di Rende, in attesa di una possibile apertura, ormai diventata per i suoi stessi residenti, una speranza illusa e datata nel tempo. In realtà il Palazzetto sarebbe pronto all ' apertura, ma manca l ' agibilità. Una spesa enorme per costruirlo e che richiederebbe ulteriore denaro. Somma che, per inciso, dovrebbe arrivare da fondi ministeriali per la copertura delle terrazze. Altri fondi invece sono stati annunciati, in arrivo, dal Coni. Nel 2001 venne rescisso, per colpa ed in danno dell ' appaltatore, il contratto d ' appalto dell ' otto settembre del 1997, (appena iniziata la costruzione già i primi intoppi). La prima ditta, alla quale venne aggiudicata la gara fallì e si dovette attendere la fine dell ' ist anza di fallimento e la messa in liquidazione di tale ditta. Si diede mandato di redigere tutti gli atti progettuali conseguenti per rendere possibile, nelle forme e nei modi di legge, un nuovo appalto per il completamento dei lavori. Nel 2004 fu approvato il collaudo, redatto dall ' ingegnere Rodolfo Pallone, dei lavori realizzati dalla predetta impresa appaltatrice per l ' importo com plessivo di 553.813,46 euro. Nel 2005 venne approvata la perizia dei lavori necessari al completamento dell ' ope ra " Costruzione del palazzetto dello Sport 1° e 11° lotto " in località Tocci, stabilendo di procedere all ' affida mento degli stessi e da eseguirsi agli stessi patti e condizioni dell ' appalto principale, mediante pubblico incanto. Facciamo un salto temporale, senza citare tutte le determine dirigenziali e per giungere ad una prima conclusione: fino al 2013 la spesa per la costruzione del fatidico Palazzetto ammontò a 2.720.000 euro. Poi nel 2014 con delibera di giunta comunale n. 126 per la copertura a tetto dei terrazzi viene approvato il progetto definitivo. Torniamo ad oggi: terminati i lavori ed arrivate, così pare, nelle casse comunali le somme mancanti per collaudi, rifiniture e via discorrendo, perché non si annuncia una data di apertura? L ' amministrazione Manna vorrebbe accelerare, ovviamente. Prima della conclusione del mandato svolgere, laddove fosse possibile, una grande inaugurazione ed un taglio del nastro in campagna elettorale. Restano, sullo sfondo, gli altri problemi: i seggiolini, gli impianti, i palchi, gli ulteriori collaudi potrebbero essere finiti per tempo? Bastano i denari finora stanziati?

È completa ma non viene aperta

l Da oltre venti anni è lì, il palazzetto dello sport di Rende. Oltre due milioni di euro spesi, finora. Ed una inaugurazione che tarda ad arrivare, nonostante annunci su annunci e finanziamenti su finanziamenti. L ' opera in sé pare essere realmente terminata, dopo tutto questo tempo. Perché allora non aprirla al pubblico, visto anche l ' ambizioso progetto che, oltre alle attività sportive, potrebbe aprire scenari ad grandi eventi musicali e concerti? L ' ultimo finanziamento annunciato da Manna nei giorni scorsi potrebbe - dicono i bene informati - riguardare la parte interna della struttura. I seggiolini mancanti, ad esempio. La " ripresa " dei bagni e dei sanitari, nel frattempo, rovinati. Altri collaudi ed altri piccoli i n t e r ve n t i .

Foto: Un gigante " i n g a b b i at o " Il " Pa l a fo r u m " di Rende resta misteriosamente chiuso al pubblico e nessuno sa il perchè