scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
01/05/2021

Il mistero del ripascimento a Poveromo Annunciati i lavori ma la draga non arriva

QN - La Nazione

di Francesco Scolaro MARINA DI MASSA Tutto tace, nessuna notizia ufficiale trapela dagli uffici di Firenze ma i lavori per il ripascimento a sud del Fosso Poveromo dovrebbero ripartire proprio in questi giorni. Nella giornata di mercoledì all'ingresso della spiaggia libera attrezzata Trabucco qualcuno ha iniziato ad allestire il cantiere. Casottino per gli attrezzi di alluminio, rete arancione di 'ordinanza' e il cartello dell'appalto che parla chiaro: si tratta della gara da 2,3 milioni di euro della Regione Toscana affidato nel 2019 alla impresa Infrastrutture Srl di Casapesenna e di cui fino a oggi è stato sì e no realizzato circa il 30%, nella primavera-estate del 2020. Un altro tassello che si aggiunge all'autorizzazione rilasciata dal Comune nei giorni scorsi che consentiva alla stessa azienda di poter transitare in deroga con i camion sul lungomare, fino al 30 maggio. Si tratta poi della stessa area utilizzata per il cantiere del ripascimento nell'estate dell'anno scorso. E in assenza di notizie ufficiali bisogna affidarsi alle voci che trapelano, facendo pure un'analisi degli elementi a disposizione. Autorizzazione al trasporto su gomma, con i camion, e nessuna draga in mare: la paura di diversi operatori balneari è che l'intenzione sia di portare solamente 4.000 metri cubi di ghiaia proveniente dalle cave e non la sabbia, che invece dovrebbe essere trasportata via mare. L'appalto ne prevedeva il dragaggio di 100mila metri cubi dall'imboccatura del porto di Viareggio e a oggi la costa di Poveromo ne ha visti a malapena 30mila. E se tutto dovesse essere confermato, faranno senza anche questa estate: dovranno accontentarsi, se così si può dire, della ghiaia. Le intenzioni dell'impresa e della Regione saranno svelate soltanto lunedì mattina, quando è in programma un incontro fra Genio Civile, Comune di Massa e rappresentanti dei balneari per parlare proprio del ripascimento di Poveromo. Attende chiarimenti anche l'assessore ai lavori pubblici del Comune di Massa, Marco Guidi: «Ci aspettiamo di avere i dettagli dell'intervento che vogliono fare lunedì, durante la riunione programmata. In quella sede faremo le valutazioni del caso, assieme agli operatori del settore. Noi siamo dalla stessa parte dei balneari: vogliamo conoscere modi e tempi, ciò che viene previsto per l'intervento in questa fase e la riunione è stata convocata proprio per informarci su questi aspetti. Attendiamo, a oggi non abbiamo notizie ufficiali». Mistero che ormai si trascina da oltre una settimana, da quando per l'appunto la Infrastrutture di Casapesenna ha richiesto l'autorizzazione al passaggio dei camion sul Lungomare al Comune di Massa, rilasciata poi il 20 aprile con scadenza al 30 maggio. Ricordiamo che i lavori sarebbero dovuti riprendere l'autunno scorso ma le operazioni sono rimaste bloccate per un intoppo legale e amministrativo dato che l'impresa appaltatrice aveva ricevuto un'interdizione emessa dal tribunale di Caserta che ne aveva bloccato le attività. © RIPRODUZIONE RISERVATA