scarica l'app
MENU
Chiudi
08/06/2019

«Il Governo sblocchi i cantieri»

Il Quotidiano del Sud - Calabria

CASSANO L 'appello di Fillea Cigil alla politica durante l'incontro in Calabria
Le sigle sindacali chiedono il varo di una legge regionale sugli appalti
CASSANO - «Siamo in Calabria per dare un doppio messaggio. Il primo è che se vogliamo seriamente far ripartire i cantieri dobbiamo fare una politica di salvataggio delle grandi aziende. Molte delle opere non partono non perché gli appalti non sono stati assegnati ma perché le aziende che li hanno vinte sono fragili». Ad affermarlo è stato il segretario generale della Fillea Cgil Alessandro Genovesi nel corso del convegno "Infrastrutture, legalità e lavoro per sbloccare la Calabria ", promosso dalla CgilCalabriaedalla FilleaCalabriaetenutosi mercoledì scorso presso il Museo archeologico nazionale della Sibaritide. «Il secondo messaggio è che per far ripartire i cantieri servono leggi regionali -haaggiuntoil segretariogenera le della Fillea nazionale -, questi pochi mesi che ci separano dalle elezioni regionali potrebbero essere l 'occasione per fare finalmente una legge regionale sugli appalti anche in grado di contrastare gli effetti nefasti del decreto sblocca cantieri». All 'iniziativa promos sa daCgil eFillea, icui lavorisono stati moderati dal segretario generale della Fillea comprensoriale,Giuseppe DeLorenzo, hanno partecipato, oltre al segretario generale nazionale della Fillea, Angelo Sposato, segretario generale della Cgil Calabria, Giuseppe Patania, direttore Itl regionale, Rosanna Mazzia, sindaco di Roseto Capo Splulico e Mimmo Pappaterra, presidente del Parco del Pollino. Il segretario generale della Cgil Calabria, Angelo Sposato, nel ribadire la richiesta al Governo centrale di sbloccare i cantieri a partire dal macrolotto, ha affermato: «Dobbiamo fare in modo che si faccia un piano di interventi per l 'intero tracciato della 106; il Governo dovrebbe sbloccare il macrolottocheègià finanziatoeladeputazionecalabrese, invecedifare soloannunci, dovrebbeaiutare i calabresie quindi far sbloccare le opere». ( a. i. )