scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
10/09/2021

Il fratello del sindaco rinuncia all’appalto

Gazzetta del Sud

La svoltaa Giardini Naxos
Un caso imbarazzante che aveva sollevato un vespaio di polemiche
Emanuele Cammaroto GIARDINI Svolta nella discussa vicenda della determina peri servizi di progettazione per il Museo del Maree della Pesca di Giardini, dove lo scorso 28 luglio vennero invitati dagli ufficia presentarsi tre ditte; tra queste l'unica che poi siè presentata faceva riferimento ad Antonio Maria Stracuzzi, fratello del primo cittadino, Giorgio Stracuzzi. Un caso che ha suscitato polemiche sinoa sollevare anche il rischio di incompatibilità per il sindaco eletto nell'ottobre di un anno fa. Adessoa risolvere in via definitiva la questioneè arrivata la formale rinuncia da parte del professionista e fratello del sindacoa questo incarico. Antonio Maria Stracuzzi ha trasmesso martedì7 settembre una nota al Comune con la quale si rende indisponibile all'accettazione di tale incaricoe pertanto la commissione di gara presieduta dal geom. Giuseppe Leonardie di cui fanno parte (come testimoni) anche il geom. Venerando Sgroie Antonella Culoso) ha dichiarato «conclusa la procedura di affidamento senza esito». Il verbale e' stato trasmesso anche al responsabile del IV Settore, arch. Sebastiano La Maestra. L'iter riparte da qui. La questione riguarda la previsione di una variante relativa ad un progetto di riqualificazione dello scalo di alaggioe per la realizzazione di uno spazio attrezzato che faciliti l'aggregazionee la socializzazione, all'interno dell'area del molo Saja di Giardini Naxos da destinare alla realizzazione di un museo. Il sindaco Stracuzzi aveva evidenziato il «non coinvolgimento della politica» nella vicenda. Lo stesso aveva ritenuto poi opportuno rimarcare che «il sindaco, l'amministrazionee gli uffici hanno sempre operato nel pieno rispetto della leggee delle norme sugli appalti». © RIPRODUZIONE RISERVATA Il sindaco Giorgio Stracuzzi Nel vortice delle polemiche