scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
11/02/2021

Il Cosmari cerca il direttore

Corriere Adriatico

L'ingegnere Giampaoli ai saluti dopo 36 anni ininterrotti di servizio nel consorzio per i rifiuti La retribuzione lorda annua prevista è di 115mila euro e la selezione sarà per titoli ed esami
IL BANDO
MACERATA Il Cosmari ha appena pubblicato il bando per la selezione del nuovo direttore generale che andrà, tra pochi mesi, a sostituire il direttore uscente, l'ingegnere di lunghissimo corso (primo incarico 1985) Giuseppe Giampaoli. Selezione per titoli ed esami con punteggio equamente distribuito tra le due prove. Titolo richiesto la laurea, punteggio più alto per quelle in Ingegneria, poi Economia e commercio, poi Giurisprudenza e via calando: altro requisito l'esperienza almeno triennale nella funzione di direttore generale o di direttore di azienda con all'interno settori di attività collegati a quello del Cosmari e con almeno 250 dipendenti.
La prova
Quanto alla prova orale verterà su materie tecniche, dalla gestione d'impresa alle normative ambientali passando per il codice degli appalti. «Il candidato selezionato - si legge nel bando - affiancherà il direttore in carica per acquisire tutte le informazioni e le specifiche competenze necessarie per la miglior esecuzione del contratto. Al termine del periodo di affiancamento, la carica di direttore verrà svolta in totale autonomia. La retribuzione per la durata del periodo di affiancamento sarà pari ad euro settemila lordi mensili comprensivi del superminimo individuale. Nel momento in cui la carica di direttore verrà svolta in totale autonomia, la retribuzione lorda annua attribuita al direttore sarà pari a centoquindicimila euro». Le quindici pagine del bando contengono anche la clausola di salvaguardia, il Cosmari «ha la facoltà di non procedere all'assunzione di nessuno dei candidati anche nel caso in cui questi ultimi siano stati selezionati. Cosmari, a proprio insindacabile giudizio, si riserva di modificare, sospendere, prorogare, riaprire i termini, annullare o revocare la presente procedura di selezione qualora ne rilevi la necessità ovvero l'opportunità, dandone comunicazione sul proprio sito istituzionale, anche nell'ipotesi in cui la selezione sia stata compiutamente espletata, senza che ciò possa comportare alcuna pretesa». Quanto a Giampaoli occorre aggiungere che ha firmato tutte le stagioni del Cosmari nei suoi 36 anni di guida tecnica del consorzio che si occupa di rifiuti, un ingegnere con una particolare predisposizione alla politica, cosa che gli ha permesso di avere sempre il sostegno dell'assemblea dei soci, sia quando è stata espressione di maggioranze di centrosinistra che di colore opposto.
Luca Patrassi
© RIPRODUZIONE RISERVATA