scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
03/08/2021

Il Consiglio va in vacanza, non le polemiche

La Prealpina

LEGNANO - Il consiglio comunale va in ferie. Quella di venerdì è stata infatti l ' ultima riunione prima della pausa estiva. Doveva essere una convocazione di routine, per esaurire soprattutto interrogazioni e mozioni rimaste inevase martedì, ma si è trasformata in ennesimo terreno di polemiche tra la maggioranza e una parte dell ' opposizione. Una situazione di conflitto che rischia di diventare il leitmotiv della legislatura. La delibera principale approvata riguarda lo schema di convenzione per la costituzione del Servizio Europeo di Area Vasta (Seav). Il progetto punta a promuovere nel personale degli enti locali della Lombardia «capacità progettuali per la programmazione europea con l ' obiettivo di attrarre, utilizzare e gestire risorse europee, erogate attraverso bandi». «A convincerci della validità del progetto è l ' approccio dell ' aggrega zione dei Comuni e dei territori» aveva dichiarato il sindaco Lorenzo Radice in sede di commissione: «La complessità dei bandi europei non richiede solo la creazione di competenze all ' interno dei Comuni, ma anche che gli enti locali si muovano in una logica di rete per affrontare le questioni territoriali aperte. Noi lo faremo, come già concordato con il presidente del Patto dei sindaci Walter Cecchin, a livello di zona omogenea dell ' Alto Milanese. È una logica che abbiamo già fatto nostra in occasione del bando ministeriale " Qualità dell ' abitare " e con cui continueremo a muoverci». In particolare i Comuni della Città Metropolitana, che avrà un ruolo di coordinatrice, saranno invitati a definire un documento di strategia territoriale per individuare le aree di progettazione condivisa (come mobilità sostenibile, economia circolare, formazione e lavoro). Tra le novità invece emerse da interrogazioni e mozioni, due riguardano il rione San Paolo: un ' area cani sarà realizzata in autunno in via Ravenna angolo via Ancona (si aggiunge alle altre sei già esistenti in città); mentre per l ' utilizzo del campo sportivo via Parma sarebbe in vista l ' installazione di barriere antirumore, unito a interventi di mediazione con gli abitanti nelle immediate vicinanze che più volte avevano presentato esposti per schiamazzi. È stato però ancora una volta soprattutto il capitolo mozioni a scatenare frizioni: respinte le proposte di dare il gettone di presenza solo a chi segue per intero le sedute (Lega-Lista Toia); di fare test antidroga su base volontaria ai consiglieri (Lista Toia); e di una commissione di controllo degli atti comunali (sempre Lista Toia). Francesco Toia sempre il più agguerito: «Registro solo negatività dall ' ammini strazione Radice verso cose intelligenti e sensate, tutti dinieghi basati su pregiudizi». Dura la replica del sindaco che ha parlato di «atteggiamento del consigliere non adeguato al ruolo». Approvata all ' unanimità invece la mozione di Fratelli d ' Italia con cui sui chiedeva d ' intitolare uno spazio al giornalista Giorgio D ' Ilario. L ' arrivederci, come detto, a settembre: già in scaletta varie mozioni non trattate, tra cui quella sull ' apertura della bretella dell ' ospedale. L.Naz. © RIPRODUZIONE RISERVATA

Foto: Francesco Toia