scarica l'app
MENU
Chiudi
16/05/2020

Il Comune presenta il conto a Rosso e Fazio

La Sicilia

Il caso. Nominato su disposizione del sindaco il Rup che avrà il compito di recuperare le somme stabilite dalla Corte dei conti per il danno all ' immagine in seguito all ' inchiesta sui rifiuti " Garbage affair " I dirigenti (entrambi in carica con la sindacatura Bianco) condannati a 25.500 euro (Rosso) e a 102.500 euro (Fazio)
Il Comune, su disposizione dell ' amministrazione guidata dal sindaco Salvo Pogliese, ha provveduto nei giorni scorsi a emettere una ordinanza per la nomina il responsabile unico del procedimento che si occuperà di recuperare le somme a risarcimento disposte con sentenza della Corte dei conti a risarcimento del danno erariale per i ' immagine del Comune, nei confronti dell ' ex Ragioniere generale del Comune, Massimo Rosso, in carica ai tempi dell ' amministrazione dell ' ex sindaco Enzo Bianco e dirigente molti vicino all ' ex primo cittadino sino all ' inchiesta e di Orazio Fazio ex direttore dei servizio di igiene pubblica dell ' ente sempre ai tempi della gestione Bianco. La Corte dei Conti, infatti il 12 febbraio scorso, ha condannato, per danno all'immagine del Comune di Catania, al pagamento di 102.500 euro l'ex direttore Fazio, e a 25.500 euro l'ex Ragioniere Rosso. La sentenza fa seguito alla condanna, divenuta definitiva dopo un patteggiamento davanti al Gip, nell'inchiesta della Procura distrettuale etnea «Garbage affair», nata da indagini della Dia su appalti banditi dall'Ente per la raccolta di rifiuti per 350 milioni di euro. Rosso, imputato per corruzione, patteggiò una condanna a tre anni e al versamento al Comune di Catania di 9.100 euro, mentre Orazio Fazio quattro anni per turbata libertà degli incanti e corruzione. La sentenza, composta da 50 pagine, è stata emessa dalla sezione giurisdizionale della Corte dei Conti per la regione Sicilia presieduta da Guido Carlino, consigliere Adriana Parlato e relatore Francesco Antonio Cancilla. Il provvedimento comunale per il recupero delle somme porta la firma del dirigente direttore delle Risorse umane, Pietro Belfiore che ha nominato quale Responsabile del Procedimento la dott. Marisa Napoli, titolare della P.O. "Gestione Servizi Previdenziali e Collocamento a riposo/Cessazioni dal lavoro", «per - si legge nel provvedimento - l'esecuzione della Sentenza n.69/2020 del 10.02.2020 emessa dalla Corte dei Conti di Palermo nei confronti di Fazio Orazio Stefano e di Rosso Massimo». Nel provvedimento si dispone di «Dare atto che la dott Napoli potrà adottare tutti gli atti previsti dalla L.R. n.10/91 e successive modifiche e dal Codice di Giustizia Contabile. Belfiore dà anche mandato di comunicare il nominativo del Rup alla Procura della Corte dei conti di Palermo e dà anche mandato di disporre che il presente atto venga pubblicato sull'Albo Pretorio del Comune. La vicenda che risale a diversi anni fa destò scalpore in città, in particolare perché entrambi i soggetti coinvolti nella inchiesta erano considerati tra i più vicini dirigenti dell ' ex sindaco Bianco in un settore nevralgico e delicato come quello dei rifiuti caratterizzato da continui provvedimenti in proroga su un mega appalto andato sempre deserto. l

Foto: Da sin. l ' ex ragioniere Massimo Rosso e l ' ex direttore Igiene, Orazio Fazio