scarica l'app
MENU
Chiudi
24/07/2020

Il Comune di La Salle ci riprova Nuovo bando per le Casermette

La Stampa - LUISA AURELI

Dopo la gara andata deserta all'inizio dell'anno, il capitolato della gestione è stato modificato L'obiettivo è fare diventare la struttura di Derby un esercizio di vicinato con salone polivalente IL CASO
LA SALLE Dopo che era andato deserto il bando pubblicato ad inizio anno La Salle ci riprova per arrivare a una gestione commerciale delle casermette di Derby e poter avere nella frazione un esercizio di vicinato collegato a un bar-ristorante, con spazi in cui organizzare anche «attività socio ricreative». Preso atto dei limiti che avevano portato alla mancanza di offerte a gennaio, la giunta ha approvato un nuovo bando che presenta diverse modifiche. «Prima fra tutte - dice il sindaco Loris Salice - l'inserimento nell'affidamento anche del salone polivalente, decisione a cui siamo arrivati per rendere maggiormente remunerativa la concessione». Il nuovo capitolato (i termini sono scaduti nei giorni scorsi), infatti, ribalta le possibilità di utilizzo a suo tempo previste per questo spazio e adesso ne affida la gestione al futuro affidatario autorizzandolo ad organizzarvi anche «attività di erogazione di servizi socio-ricreativi, didattici e formativi, di valorizzazione del territorio e dei prodotti tipici locali». Tutte le entrate derivanti da queste possibilità saranno a favore del gestore, che potrà definire i prezzi con il limite di non superare «il doppio delle tariffe stabilite dal Comune prima dell'affidamento» e il vincolo di una quota massima di 50 euro di affitto per tutti i casi in cui, in precedenza, l'amministrazione concedeva il salone gratis. Cinque volte l'anno, inoltre, il Comune potrà usarlo per sue iniziative dirette, senza pagare nulla ma garantendo un preavviso di almeno dieci giorni. Altre modifiche sono state apportate alla durata del contratto, che sarà di cinque anni rinnovabile per altri quattro, contro i tre previsti nella prima gara, con un canone annuo di 4.100 euro, confermati anche in caso di rinnovo: «Praticamente un "affitto alla pari" che consentirà al Comune di coprire le spese» sottolinea il sindaco. Sono infatti diversi gli investimenti fatti dal Comune dopo l'interruzione anticipata, nel 2016, della precedente gestione, per un totale di circa 200.000 euro, «che hanno riguardato l'isolamento termico, la realizzazione di una bussola di ingresso per un uso migliore degli spazi, la creazione di parcheggi in prossimità e la sistemazione dell'area esterna, compreso il parco giochi». Per quanto riguarda le prospettive Salice si mostra ottimista: «Siamo fiduciosi che questa volta ci saranno delle proposte concrete che ci permetteranno di "chiudere il cerchio" con una gestione in grado di garantire qualità e continuità». -