scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
02/04/2021

Il cantiere infinito della Benedicta Revocato l’appalto alla ditta pugliese

La Stampa - GIAMPIERO CARBONE

A 15 mesi dall'aggiudicazione, mai firmato il contratto
BOSIO La scorsa estate era tutto pronto: il cantiere del secondo lotto del Centro di documentazione della Benedicta, a Capanne di Marcarolo (Bosio), per la Provincia stava per ripartire dopo l'assegnazione dei lavori all'impresa pugliese Manutenzioni srl, di Molfetta, dopo anni di difficoltà e contestazioni sul costo totale dell'opera (1,5 milioni di euro) e sulla sua utilità futura. L'appalto da 456 mila euro era stato vinto dall'impresa pugliese nel novembre 2019 ma l'emergenza Covid aveva fatto rinviare la consegna dei lavori, che in realtà non è mai avvenuta. E la Provincia ora ha revocato l'aggiudicazione. L'impresa, secondo Palazzo Ghilini, non ha mai firmato il contratto. Nel giugno 2020 ha infatti sostenuto che il titolare aveva problemi di salute ma sopratutto ha sollevato dubbi sul valore di stima (250 mila euro) della casa cantoniera di Ponti, che la Provincia intende cedere alla ditta a parziale copertura delle spese per i lavori della Benedicta. L'amministrazione provinciale ha fatto presente che la partecipazione alla gara d'appalto ha significato accettare la stima della casa cantoniera, il cui valore non può essere messo in discussione. La Manutenzioni è stata quindi riconvocata più volte tra giugno e settembre per la firma del contratto e la consegna dei lavori ma ha sempre declinato continuando a ritenere non congruo il valore dell'immobile. L'impresa ha ribadito di non essere disposta a stipulare il contratto senza una revisione della stima sull'edificio di Ponti, così la Provincia ha disposto la revoca dell'aggiudicazione, sottolineando come il comportamento della Manutenzioni abbia «bloccato a distanza di oltre 15 mesi dalla celebrazione della gara la realizzazione dell'intervento». «Ci sarà una nuova aggiudicazione prima possibile - spiegano dalla Provincia -. Valuteremo se con una nuova gara o all'impresa arrivata seconda nella gara del 2019». L'ente valuta anche una richiesta danni. - © RIPRODUZIONE RISERVATA

Foto: Il cantiere del Centro di documentazione della Benedicta