scarica l'app
MENU
Chiudi
05/09/2020

«Il bando per il 118 penalizza i volontari»

La Gazzetta Del Mezzogiorno

L ' ASSOCIAZIONE «MISERICORDIA» ORTA NOVA
l ORTA NOVA. I volontari della «Misericordia» di Orta Nova, associazione di volontariato che gestisce in convenzione la postazione 118 di Orta Nova, hanno inviato una lettera al presidente della Regione; al direttore dell ' Asl Foggia; e all ' amministratore unico di Sanitaservice, richiamandone l ' attenzione su alcune specifiche relative all'avviso pubblico di selezione per di 72 soccorritori da inserire all ' interno del sistema sanitario di emergenza-urgenza, in scadenza il 10 settembre. Secondo i volontari della confraternita, il bando presenterebbe un criterio di ammissibilità che di fatto va a escludere coloro che negli ultimi anni hanno maturato un ' esperienza come soccorritori volontari; e che in ultimo hanno prestato il loro operato durante l ' emergenza Covid. «Riconoscendo il grande merito nell ' aver sbloccato questa procedura» si legge nella missiva «intendiamo richiamare l ' attenzione su un criterio di selezione inserito nel bando, che a nostro avviso rischia di essere discriminatorio per tanti volontari che hanno prestato il loro operato negli ultimi anni a titolo gratuito. In modo particolare, il bando inserisce tra i requisiti di ammissione (in particolare al numero 9) il possesso della patente di guida di tipo B conseguita da almeno tre anni anche per gli aspiranti soccorritori, alla stregua di quanto precedentemente richiesto soltanto per gli autisti soccorritori». In virtù di questo criterio, previsto dall ' avviso pubblico, tanti volontari di numerose associazioni operanti sul territorio provinciale, non potranno concorrere all ' internalizzazione nella società in house dell ' Asl Foggia. Per alcuni volontari soccorritori, addirittura, la differenza di pochi mesi tra l ' apertura del bando e il conseguimento del terzo anno di età della patente di guida, risulta essere una vera e propria beffa. «Pur comprendendo la ratio di questo requisito e sapendo della trattativa preliminare condotta alla presenza dei sindacati» concludono dall ' associazione la Misericordia «chiediamo di eliminare questo requisito perché rischia di tagliare fuori tante persone meritevoli che fanno capo a diverse associazioni di volontariato operanti su scala provinciale. Tante associazioni si stanno appellando ai ricorsi, noi preferiamo in via preliminare appellarci al buon senso di presidente Regione, direttore generale Asl e direttore Sanitaservice. Quando si afferma giustamente la volontà di premiare le persone e gli enti del terzo settore che hanno fronteggiato la pandemia, riteniamo che sia giusto far seguire alle parole i fatti». 118 Un ' ambulanza