scarica l'app
MENU
Chiudi
15/07/2018

«Il bando per i nuovi vigili è carente e anche irregolare»

Il Trentino

ZENATTI (PROGETTO CITTà)
ROVERETO Per nulla soddisfatto della risposta nel merito ricevuta il 3 luglio dal sindaco, Marco Zenatti torna sul tema del concorso istruito dal Comune per l'assunzione di nuovi agenti di polizia municipale. A parere del consigliere di Progetto Città, il bando di concorso pubblico di Rovereto si discosterebbe da quelli recenti emessi dalle amministrazioni di Pejo, Mori, Ala e Riva del Garda. In particolare i bandi citati riportano testualmente i riferimenti alla "riserva di posti" come disposto dal decreto legislativo che disciplina i bandi, che sancisce l'obbligo di attestare i posti riservati agli aventi diritto. Secondo Zenatti invece il Comune confonde la riserva di posti - a cui può aver diritto il candidato idoneo - e il "diritto alla preferenza" in caso di candidati a pari punteggio. Ne consegue che il bando, scrive Zenatti nella propria interrogazione, «sia carente in maniera grave» ma l'amministrazione - prosegue il consigliere di opposizione - «non intende colmare questa essenziale lacuna», stante la risposta del sindaco. Zenatti chiede tuttavia «formale applicazione del citato decreto legislativo nella predisposizione della graduatoria del concorso».