MENU
Chiudi
11/12/2018

Il bando «Ora» si sdoppia ed erogherà 1,2 milioni

Corriere della Sera - Paolo Morelli

Profumo (Compagnia di San Paolo): «Più sinergia con l'innovazione culturale»
«Abbiamo fatto un passaggio logico importante, dai bandi singoli a una piattaforma per creare maggiore sinergia nell'innovazione culturale». Francesco Profumo, presidente della Compagnia di San Paolo, descrive così gli esiti dei due nuovi bandi «Ora!» e «Ora!X». Il primo pensato per enti e associazioni, il secondo dedicato agli under 30. Quest'ultimo nasce per dare più spazio ai giovani. «Ci siamo resi conto - spiega Profumo - che l'età media dei partecipanti era elevata, circa 50 anni. Non che le persone più esperte non abbiano valore, ma questo non ci consentiva di sviluppare l'innovazione che ci eravamo proposti».

Il primo bando ha individuato 17 progetti, scelti fra le proposte di 93 enti, che riceveranno un finanziamento complessivo di 996.000 euro. E tra i vincitori ci sono diverse realtà di altre regioni, come ad esempio il Politecnico di Milano, con un progetto sugli archivi. Per «OraX», invece, su 101 candidature ricevute saranno finanziati 10 progetti, di cui 9 a Torino e uno a Genova, con un investimento di 298.000 euro. Con la formula del doppio bando, l'età media è scesa a 41 anni. «A ogni team - aggiunge Profumo - erano richieste competenze creative e digitali, con una forte presenza della dimensione manageriale». L'obiettivo è creare imprese sociali e culturali, per questo, parallelamente, la fondazione intende concentrare gli sforzi su «Ora al quadrato», piattaforma avviata a maggio con i vincitori dell'edizione 2017 del bando «Ora!». Sono stati selezionati 5 progetti, inseriti in un percorso di accompagnamento alla creazione di una vera impresa, che ha coinvolto anche Rinascimenti Sociali. «Alla fine di questo percorso - annuncia Profumo - resteranno due progetti ai quali non daremo più contributi a fondo perduto, ma risorse. Nel caso in cui queste realtà diventeranno imprese, infatti, potranno ricevere dei prestiti o investimenti aggiuntivi per capitalizzarle». Ma l'altro aspetto rilevante è la raccolta dei dati, tema al quale Compagnia di San Paolo tiene molto. «I bandi sono scritti in maniera tale da ricavare informazioni in maniera automatica, che conserveremo per la programmazione futura». La piattaforma servirà anche a raccogliere altri dati, per monitorare le imprese e misurarne l'effettivo impatto sul territorio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

~

I bandi sono scritti in maniera tale da ricavare informazioni che conserveremo per la programmazione
futura


Foto:

Al vertice

Francesco Profumo, presidente
di Compagnia di San Paolo

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore