scarica l'app
MENU
Chiudi
28/05/2020

I Verdi contro l ‘ autosilo: brutto e costoso

La Prealpina

La maxi-opera al tribunale riceve ancora molte critiche
Mettere a bando un autosilo da 800mila euro, accorgersi a cose quasi fatte che il risultato finale cozza con l ' estetica e ovviare al problema con una variazione di bilancio da 200mila euro. In parte serviranno per attutire l ' impatto del parcheggio multipiano di via Volturno, di lato all ' ingresso del tribunale, in parte per gli impianti di sicurezza, fuori bando. In Consiglio comunale, a seguito di un ' interrogazione del Pd, quella che si è palesata come la classica pezza non ha mancato di attirare critiche a sindaco e giunta. Neppure le forze politiche extra consiliari possono fare finta di nulla: «Siamo ai limiti dell ' assurdo», attacca Andrea Barcucci, coordinatore cittadino dei Verdi. A suo avviso la faccenda presenta elementi meritevoli di un ' indagine: «Potrebbe persino essere verificata da chi di dovere secondo i criteri di correttezza del codice degli appalti. I fatti sono sotto gli occhi di tutti, eccetto che del Comune e della sua controllata Agesp, appaltatrice dell ' opera pubblica: duecento posti auto semicoperti che costano cinquemila euro ognuno, quando un box in condominio costa poco di più perché il terreno edificabile viene pagato a peso d ' oro. «Già la consegna dei lavori è slittata da Natale a Pasqua per colpa della pioggia autunnale, poi il coronavirus ha ovviamente costretto a fermare gli interventi ancora per parecchi mesi. Infine si scopre che servono ancora circa 150mila euro per completare gli allacciamenti elettrici e idraulici. Sarà mai possibile escludere simili capitoli dal bando di gara? A Busto sì, tutto questo è normale. Altri 100mila euro per questi dettagli. E altri 40mila euro per il decoro esterno dell ' edificio, veramente brutto, antiestetico e privo di relazione col suo palazzo di pertinenza. Ognuno giudichi se questo è un appalto serio. Altro che eccellenza lombarda! Qui anche un bambino delle scuole medie avrebbe progettato una struttura più funzionale e più presentabile, secondo i canoni di legge». Carlo Colombo © RIPRODUZIONE RISERVATA