scarica l'app
MENU
Chiudi
13/05/2020

I soldi del Cis da spendere subito

La Gazzetta Del Mezzogiorno

INFRASTRUT TURE 280 MILIONI GIÀ FINANZIATI PUBBLICATI 16 BANDI SU 40 L'agenzia del governo ha pubblicato i bandi di 16 su 40 opere dotate di copertura finanziaria. Allarma il precedente del Patto Puglia STUDIO DI FATTIBILITÀ Il capo della cabina di regia: «Consegnato a Invitalia lo studio di fattibilità della Regionale 1, ora anche Pedegarganica e Mattinata-Vieste»
Gatta: «Accelerare sui progetti, la pandemia ha aperto un buco nei conti dello Stato» CASO ANAS? « L'Anas continua ad accumulare ritardi sulla Foggia-San Severo»
MASSIMO LEVANTACI l Nonostante la pandemia continui a non dare tregua alla popolazione e Invitalia con il suo capo Arcuri sia attivamente impegnata nel reperimento sempre più difficoltoso delle mascherine anti-contagio, l'elaborazione dei progetti per il Cis Capitanata (280 milioni) non si è fermata. I bandi delle prime tredici gare per le progettazioni, come si ricorderà, sono stati pubblicati pochi giorni prima del "lockdown", il 5 marzo; nel mezzo sono stati presentati i progetti di rilancio e bonifica del lago di Varano e il bando per la riqualificazione del collegamento fra il centro cittadino di San Giovanni Rotondo e l'area del santuario. E siamo a 15 su quaranta progetti finanziati. Il sedicesimo bando, quello pubblicato il 28 aprile, eroga cinque milioni per fare di Volturara Appula (paese del premier Conte) un'oasi naturalistica in simbiosi con il lago di Occhito. Anche la Provincia sta provando a stringere i tempi: a fine mese l'ufficio tecnico ha messo a punto il documento di programmazione dell'inter vento per la realizzazione della «Regionale 1», la strada dei due caselli, l'opera più complessa e costosa lunga 84 chilometri da Candela a Poggio Imperiale per un importo di 195 milioni: solo la progettazione a carico del Cis (9,5 milioni), dei lavori dovrebbe occuparsi l'Anas. Ora Palazzo Dogana vuole stringere anche sulla progettazione esecutiva della nuova Pedegarganica (o statale 28) ed ha predisposto uno studio di fattibilità per accorciare i tempi di percorrenza sulla Mattinata-Vieste, due opere destinate ad essere finanziate con i ribassi d'asta delle altre gare da cui si stima di ricavare circa 70 milioni. «Contiamo di inviare a Invitalia gli studi su questi due interventi entro una quindicina di giorni - afferma Nicola Gatta, presidente della Provincia e capo della cabina di regia - i nostri tecnici sono in contatto con la stazione appaltante, ricordo che questo ente beneficerà dal Cis del finanziamento più cospicuo, pari a 58,4 milioni e non intendiamo affatto perderlo. È l'invito che rivolgo anche a tutti i sindaci dei comuni finanziati con le risorse del Cipe: temporeggiare dopo un'emergenza nazionale così grave può essere controproducente, lo Stato ha bisogno di soldi, se non si spendono i capitoli di spesa già finanziati le risorse potrebbero andare perdute. Non voglio fare allarmismo, voglio però solo ricordare - sottolinea Gatta che questo territorio già sconta ritardi sui 630 milioni ottenuti con il Patto per la Puglia che non ha ancora speso, tra questi ci sono i 50 milioni del treno-tram che la Regione non ancora ci dice come intende utilizzare in alternativa a quel progetto che, a quanto dice l'assessore Giannini, non è più fattibile». Non rientra nel Cis, ma tra le opere in fase di esecuzione c'è anche l'ampliamento della statale 16 tra Foggia e San Severo, strada a scorrimento veloce tra le più pericolose d'Italia, lavori che dovrebbero vedere la luce entro il 2020 secondo quanto annunciato dall'Anas in comune a San Severo nel febbraio dell'anno scorso. Anche su questo punto Gatta però lancia l'al larme: «Si stanno accumulando ritardi enormi con la progettazione esecutiva - sottolinea - parliamo di un'opera rilevante per il nostro territorio (130 milioni la spesa prevista: ndr), non vorrei che le difficoltà dell'azienda di Stato a spendere le risorse già finanziate ricada sui lavori in cantiere. Dobbiamo restare vigili, il problema della pandemia non può rallentare processi in atto».

Foto: MATTINATA-VIESTE Una delle gallerie fino a Mattinatella, nel riquadro Gatta con il premier Conte