scarica l'app
MENU
Chiudi
19/05/2020

I rifugi alpini si fanno belli per la ripartenza

QN - Il Giorno

SONDRIO di Fulvio D'Eri Al via il bando per la riqualificazione delle strutture di montagna. La Regione Lombardia, infatti, ha stanziato quasi 2 milioni in favore di quei lavori necessari per il miglioramento dei rifugi. I gestori o i proprietari dei rifugi alpinistici ed escursionistici presenti nel territorio lombardo, potranno presentare quindi domanda per ottenere un contributo a fondo perduto per sostenere interventi di riqualificazione delle strutture presenti nel territorio regionale lombardo e iscritte all'elenco regionale del 2018, valorizzando così il patrimonio naturalistico e ambientale della montagna di Lombardia. «Al fine di dare risposte alle istanze dei territori e delle comunità di montagna - spiega l'assessore agli Enti locali e Montagna, Massimo Sertori - abbiamo puntato a migliorare la gestione sostenibile e l'accessibilità dei rifugi lombardi. In particolare, il bando metterà a disposizione risorse per interventi connessi all'emergenza Covid-19, interventi d'innovazione tecnologica e riqualificazione anche ai fini della sicurezza dei fruitori e interventi per l'abbattimento delle barriere architettoniche». La dotazione finanziaria del bando è pari a 1,9 milioni. Per la realizzazione dei progetti ritenuti ammissibili, il relativo contributo in conto capitale a fondo perduto è concepibile nella misura massima dell'80% dei costi. Il contributo massimo potrà essere pari a 100mila euro a fronte di un costo complessivo dell'intervento di almeno 125mila euro. Non saranno ammissibili gli interventi che prevedono un costo inferiore a 7mila euro. Gli interventi dovranno essere realizzati entro il 31 ottobre 2021 e le domande dovranno pervenire per mezzo del Sistema Informativo Bandi online (www.bandi.servizirl.it) sino al 15 giugno entro le 12. Molteplici le tipologie degli interventi ammessi (rintracciabili sul sito https://www.bandi.servizirl.it/procedimenti/welcome/bandi). «Nonostante le difficoltà legate all'emergenza sanitaria - commenta Sertori - insieme agli uffici dell'assessorato di cui sono a capo, abbiamo definito tempi rapidi per le istruttorie. Questo bando, fortemente voluto da Regione Lombardia e atteso dagli operatori, costituisce uno strumento importante che favorirà lo sviluppo e la promozione di forme di turismo eco-compatibile e valorizzerà sia la montagna lombarda sia la pratica sportiva in ambienti naturali, concorrendo alla ripresa economica e occupazionale dell'intero comparto. I rifugi rappresentano un presidio importante e un punto di riferimento per la sicurezza di chi percorre e vive le nostre montagne. Regione Lombardia si dimostra con i fatti al fianco dei 'rifugisti', veri e storici custodi della montagna». © RIPRODUZIONE RISERVATA