MENU
Chiudi
10/08/2018

I progetti della Brescia-Padova

Il Giornale di Vicenza

INFRASTRUTTURE. L'A4 Holding punta a trovare soluzione allo snodo Verona Sud: sul tavolo almeno 6 ipotesi da valutare
La società ha pubblicato bandi di gara per 29,5 milioni di euro tra cui la bretella a Thiene che vedrà le ruspe in azione nel 2021
È l'estate calda per cantieri e bandi di progettazione per l'autostrada Brescia-Padova, la concessionaria che fa capo ad A4 Holding. La società ha in ballo sei progetti che muovono oltre 29,5 milioni di euro e che puntano a risolvere punti neri della viabilità regionale come, per esempio, l'accesso a Verona Sud, o, nel Vicentino, la bretella in Comune di Thiene di collegamento tra il casello A31 e la Nuova Gasparona oppure ancora realizzare i piazzali dove sorgeranno le future aree di servizio dell'A31 a Castegnero e Nanto. Ma andiamo con ordine.VERONA SUD. Uno dei punti nevralgici di Verona è quello all'uscita del casello Sud, svincolo fondamentale di accesso alla città e in particolare alla zona fieristica e alle imprese che gravitano nell'area. Se il casello autostradale è stato negli anni ingrandito e dotato di nuove tecnologie che consentono un veloce flusso di veicoli, il resto della viabilità locale non regge i picchi di traffico legati alle manifestazioni e a eventi. Frequenti sono i momenti di congestionamento del traffico. Adesso è stato pubblicato un bando per la realizzazione di uno studio di fattibilità viaria e anche tecnica ed economica del nuovo assetto viabilistico. Una risposta che la città scaligera attende da anni per creare un collegamento più funzionale tra autostrada, tangenziale e viabilità comunale in modo da sostenere i picchi di traffico e che tenga conto anche delle previsioni di sviluppo urbanistico previste dal Comune di Verona. Sul tavolo ci sono già cinque ipotesi elaborate nel tempo e chi vincerà l'appalto dovrà nuovamente rivalutarle. C'è anche un'ulteriore proposta che era stata avanzata separatamente in passato: anche questa dovrà essere inclusa nell'analisi. Chi vincerà l'appalto, base d'asta 600 mila euro, avrà inoltre il compito di proporre ulteriori studi e soluzioni. «L'obiettivo è quello di analizzare qualsiasi ipotesi possibile per poter individuare l'ottimale che possa quindi risolvere il nodo Verona Sud di concerto con tutti gli enti e le istituzioni che sono previste - spiegano dall'A4 Holding -. Ovviamente si dovrà attendere la scelta definitiva per capire il costo dell'intervento, ma si parte da una stima complessiva, già prevista totalmente a carico di A4 Holding, di 60 milioni di euro con una prima fase di intervento di circa 20 milioni già prevista nel piano economica finanziario della società».A31 A THIENE. Altro bando pubblicato dalla società autostradale in questi giorni riguarda la progettazione definitiva ed esecutiva della bretella di collegamento tra l'esterno del casello di Thiene dell'A31 Valdastico per creare il collegamento con la viabilità comunale e la Nuova Gasparona. Si tratta di un tratto di strada di 1,3 chilometri per una corsia per senso di marcia. L'opera sarà realizzata completamente a spese di A4 Holding ed è già inserita nel piano economico finanziario. Si prevedono 150 giorni per la realizzazione del definitivo e 120 per l'esecutivo. Considerando poi il tempo per l'iter di approvazione di questi due progetti e poi l'altra gara da effettuare per la realizzazione, le prime ruspe si vedranno in azione nel 2021, ipotizzano dall'A4 Holding. Il bando è di 516 mila euro. AREE DI SERVIZIO. Restando nel Vicentino, sempre sull'A31, ma spostandosi a Sud, è in fase di definizione il contratto con i vincitori dell'appalto per la realizzazione dei piazzali che poi ospiteranno le aree di servizio all'altezza rispettivamente di Nanto e Castegnero (sono una di fronte all'altra, in pratica, ma in Comuni diversi): si tratta di opere di servizio come la realizzazione della rete idraulica, elettrica e il piano di illuminazione per 4,4 milioni. Solo a completamento di queste opere, ci sono 240 giorni a disposizioni, la società partirà con il bando successivo per appaltare la gestione delle aree di servizio.RUMORE E CORSIE. E poi c'è un'altra gara da 3 milioni di euro per la progettazione degli interventi di mitigazione acustica: sono il primo passo di un lungo iter che punta, in un massimo di 15 anni previsto dalla legge, ad adeguare e le barriere anti-rumore. Un piano complessivo da oltre 150 milioni di euro. Quello che è stato avviato ora è il primo di tre stralci attuativi. L'attuale bando è per la progettazione di oltre 19 chilometri di barriere anti-rumore in vari tratti autostradali distribuiti nelle province di Brescia, Padova, Verona, Vicenza e Padova. La spesa prevista per il primo stralcio è di 40 milioni. Non è finita. A breve è in pubblicazione un altro bando che vale 17,7 milioni di euro per l'esecuzione dei lavori di ampliamento della sede autostradale, cioè la realizzazione della corsia di emergenza, in corrispondenza del sottopasso ferroviario tra Verona est e Soave San Bonifacio nel Comune di San Martino Buon Albergo. In fase di pubblicazione poi anche il bando per i lavori di manutenzione straordinaria sul ponte sul fiume Mincio per un totale di 4 milioni di euro. © RIPRODUZIONE RISERVATA

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore