scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
29/09/2021

I costruttori: nel Piano criticità sugli appalti

Avvenire

Il decreto Infrastrutture «deve offrire soluzioni ad alcuni nodi rimasti irrisolti negli ultimi decreti, criticità che rischiano di mettere a rischio la realizzazione del Pnrr determinando effetti negativi per crescita e occupazione». È l'allarme del vicepresidente dell'Ance (Associazione nazionale costruttori edili), Edoardo Bianchi, in audizione alle commissioni riunite Ambiente e Trasporti. Per l'Ance, «è necessario adottare misure per la mancanza e l'aumento dei prezzi dei materiali da costruzione; introdurre maggiore pubblicità, trasparenza e rotazione nelle procedure di gara previste per la realizzazione di tutti i principali programmi di investimento dei prossimi anni; prevedere una soluzione al "caro materiali" nei lavori pubblici con riferimento al secondo semestre 2021; introdurre l'obbligo per la P.a. di suddividere gli appalti in lotti anche su base quantitativa, in caso di affidamento lavori di importo più rilevante, per garantire l'effettiva possibilità di partecipare a micro, piccole e medie imprese; fissare una garanzia "alla francese" negli appalti pubblici».