scarica l'app
MENU
Chiudi
22/04/2020

I contagiati scendono a 9 la Gallura pensa alla fase 2

La Nuova Sardegna - di Serena Lullia

L'aggiornamento arriva dal sub commissario della Provincia, Pietro Carzedda L'assessore Lai in Consiglio: «Il bando per gli 800 euro regionali disponibile oggi»
di Serena LulliawOLBIAA guardare i numeri, ipotizzare la fase 2 assume contorni più realistici. Ma il futuro non potrà che essere affrontato con estrema prudenza. Prevedendo una ben calcolata convivenza con un nemico che non è stato sconfitto. Il quadro dell'emergenza Coronavirus in Gallura indica 9 persone attualmente positive al Covid-19. Sette a Olbia città e due a Trinità. L'aggiornamento ha la certificazione della Assl di Olbia. A rendere noti i dati il sub commissario della Provincia, Pietro Carzedda. Che dopo averli ricevuti dal Servizio di Igiene e salute pubblica li ha ulteriormente verificati. Perché in questo momento così delicato è fondamentale che il quadro della situazione sia preciso. I numeri. In totale sono 9 le persone al momento positive al Covid-19 nel territorio della ex provincia di Olbia-Tempio. Oltre ai 9 contagiati ci sono 32 cittadini (non positivi) in isolamento domiciliare. 28 i guariti e 3 i deceduti. Dall'inizio della pandemia a oggi sono stati registrati in totale 40 casi positivi. Silenzio in aula. Chi si aspettava un aggiornamento sull'emergenza o qualche anticipazione sulla fase 2 in Consiglio comunale è rimasto deluso. «Dal momento che questo è il primo Consiglio dall'inizio della pandemia - afferma la consigliera della Coalizione civica, Ivana Russu -, mi sarei aspettata, ci saremmo tutti aspettati un discorso del sindaco, un aggiornamento sui dati, sulle domande di aiuto che sono state inviate ai Servizi sociali. Non abbiamo presentato una interrogazione e una mozione sull'argomento perché ci aspettavamo che il sindaco ci relazionasse». Sulla stessa linea il consigliere di minoranza, Davide Bacciu. «Anche io mi aspettavo un intervento del sindaco sulla situazione che stiamo vivendo da oltre un mese e mezzo», dichiara Bacciu. In difesa del silenzio del sindaco, il presidente del Consiglio Giampiero Mura. «Il sindaco è stato ed è molto presente - afferma -. Abbiamo costituito una commissione ad hoc per l'emergenza. A breve ci riuniremo e il sindaco relazionerà nei dettagli i consiglieri». L'attesa è finita. Sarà pubblicato oggi il bando per l'erogazione del contributo di 800 euro della Regione. Un ritardo che l'assessore ai Servizi sociali, Simonetta Lai, spiega in totale trasparenza. «Siamo in attesa di ulteriori chiarimenti da parte della Regione - spiega Lai -. Il bando sarà pubblicato domani (oggi per chi legge ndr). Alcuni comuni saranno costretti a ritirarli, a correggerli e ripubblicarli, con tutto quello ciò che ne consegue nel caso in cui abbiano già accolto delle domande. Il bando regionale è una traccia, poi ogni ente locale ne pubblica uno calibrandolo sulle esigenze del proprio territorio. Qualcosa nel bando regionale strideva. Quindi abbiamo preferito sciogliere ogni dubbio per non creare false aspettative nei cittadini».