scarica l'app
MENU
Chiudi
02/06/2020

I BENI CULTURALI «Finalmente approdiamo alla defin…

Il Mattino

I BENI CULTURALI
«Finalmente approdiamo alla definizione e adesione del circuito Benevento nella rete Campania Artecard, per la quale è stato necessario definire e introdurre un biglietto di ingresso, di 2 euro, per l'Hortus Conclusus e l'area archeologica dell'Arco del Sacramento. Ma è utile operare affinché sia garantito l'ingresso con ticket gratuito per i residenti nel Sannio». Così il portavoce cittadino di FdI Alberto Febbraro. «Inoltre - continua - la delibera di giunta del 27 maggio 2020 non dispone la gratuità neanche per docenti, giornalisti, guide turistiche autorizzate, interpreti turistici e degli over 60, così come stabilisce il regolamento Mibact. Non viene introdotto l'ingresso con sconto ai cittadini dell'Ue dai 18 ai 25 anni e non è previsto il pagamento del ticket con il bonus cultura in dotazione ai neo 18enni. In un'ottica di valorizzazione e promozione del patrimonio culturale non è possibile operare sottraendo la fruibilità degli spazi e dei luoghi culturali, che appartengono al patrimonio della comunità, attestato che gli introiti derivanti dai ticket non garantiranno esclusivamente la gestione e la manutenzione dei relativi spazi e beni culturali».
LA POLEMICA
Intanto, i presidenti di Confcooperative Federsolidarietà Campania, Giovanpaolo Gaudino, e di Fish Campania, Daniele Romano, chiedono un confronto ad horas alla Provincia per discutere delle conseguenze che la decisione di non affidare più a persone con disabilità e alle cooperative sociali di inserimento lavorativo del territorio i servizi di custodia e di pulizia dei siti museali avrà sulle politiche di welfare locale. «A rischio l'equilibrio di circa 50 nuclei familiari sanniti - è scritto in una nota - gli affidamenti, ai sensi della legge 381 del 1991 che prevede deroghe al Codice degli appalti proprio per tutelare le cooperative che consentono l'integrazione di uomini e di donne in condizioni di fragilità, sono stati interrotti dopo lo stop per emergenza da Covid-19 e poi non rinnovati senza una motivazione. Il 27 maggio le cooperative sociali coinvolte hanno ricevuto una comunicazione dalla Sannio Europa, Agenzia per lo sviluppo locale sostenibile, diretta e coordinata dalla Provincia, che invitava al passaggio di consegne. Con questo atto la Provincia esclude dal mercato del lavoro uomini e donne che la legge italiana tutela perché si trovano in una situazione di fragilità».
© RIPRODUZIONE RISERVATA