MENU
Chiudi
06/10/2018

Humana vince e spiega: «No al massimo rialzo Al centro la solidarietà»

La Nuova Ferrara

raccolta abiti usati
«Bisogna fare bene per fare il bene, senza polemiche tra operatori solidali ma piuttosto facendo sentire unitariamente la propria voce contro le gare al massimo rialzo e a favore del rilancio della finalità solidale della raccolta dei vestiti usati». Dopo essersi aggiudicata l'appalto indetto da Hera per il servizio di raccolta di abiti usati, l'organizzazione umanitaria Humana tiene a sottolineare che «grazie alla raccolta di vestiti usati a Ferrara nel solo 2017 Humana è riuscita a destinare 20mila euro a progetti per l'istruzione e la formazione professionale nel Sud del mondo. Neanche un centesimo di quanto ricavato da questi vestiti è stato utilizzato a fine di lucro». La presidente Karin Bolin precisa inoltre in una nota che «Partecipare a una gara fondata sul massimo rialzo è stata una scelta difficile e sofferta, perché pagare alti importi alle stazioni appaltanti erode automaticamente le risorse solidali generate dalla raccolta. Ma di abbandonare un territorio dove siamo presenti da vent'anni non ce la sentivamo proprio: anche per la nostra responsabilità verso addetti alla raccolta che, dopo tanti anni di impegno, avrebbero rischiato di trovarsi senza lavoro. Un timore che a differenza degli altri competitor (Caritas e Cri, ndr) abbiamo segnalato alla stazione appaltante, la quale ha inserito i nominativi dei nostri lavoratori nella clausola sociale della gara contratto. Una clausola che di per sé non offre molte garanzie, perché chi vince non sempre ha la possibilità di inserire gli addetti della gestione precedente nel proprio modello organizzativo. La nostra speranza è che la logica del massimo rialzo venga abbandonata e che la prossima gara metta la solidarietà al centro». -- BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore