MENU
Chiudi
17/07/2018

Human Technopole, via al bando La Fondazione cerca 5 dirigenti

Il Giornale - Michelangelo Bonessa

SUGLI EX TERRENI EXPO
Simoni: «Il bando ci farà entrare nella piena operatività»
Il Milano Innovation District compie un altro passo in avanti. Partono infatti i bandi per selezionare un responsabile delle operazioni e un comitato di gestione di cinque membri per la Fondazione Human Technopole. Il progetto scientifico rappresenta il cuore del distretto MIND che sta nascendo sull'area dove si è tenuta Expo 2015. I membri del Comitato di gestione saranno in carica per quattro anni e potranno essere confermati una sola volta. Il responsabile delle operazioni, che avrà l'incarico della gestione operativa delle attività della Fondazione e del personale amministrativo, avrà un mandato di tre anni con possibilità di successiva assunzione a tempo indeterminato. Il termine entro il quale presentare domanda di partecipazione a queste selezioni è il 16 settembre 2018. Marco Simoni, presidente della Fondazione Human Technopole, ha affermato: «Come era stato annunciato in occasione dell'insediamento del Comitato di sorveglianza e della nomina del direttore lo sviluppo del progetto sta procedendo in modo costante e deciso. L'individuazione del responsabile delle operazioni e dei membri del Comitato di gestione ci permetterà di entrare sempre più nell'operatività, già segnata dall'arrivo dei primi ricercatori lo scorso gennaio, e di procedere a cascata con importanti selezioni del management scientifico dello Human Technopole, a iniziare da quelle per i direttori dei centri di ricerca previsti dal progetto». Il progetto della Fondazione continua dunque a prendere forma, mentre si attende di sapere se il cambio di rettore della Statale metterà un freno definitivo all'annunciato trasferimento delle facoltà scientifiche di fianco alla Fondazione. Nei piani del governo però Human Technopole sarà «un istituto di ricerca multidisciplinare che svilupperà approcci personalizzati, in ambito medico e nutrizionale, mirati a contrastare il cancro e le malattie neurodegenerative, integrando la genomica su larga scala con l'analisi di banche dati complesse e lo sviluppo di nuove tecniche diagnostiche» spiegano dalla fondazione. Dovrebbe diventare dunque un centro scientifico all'avanguardia in grado cioè di connettersi alle realtà dell'industria farmaceutica che già si è adeguata alle tecnologie e all'organizzazione del 4.0, il principio cioè, che applicato alle catene produttive, prevede di produrre solo i farmaci di cui c'è necessità. A Techopole a regime, cioè secondo i programmi entro il 2024, impiegherà 1.500 persone e occuperà circa 30.000 metri quadri nel cuore di MIND. A gennaio 2018 hanno iniziato a lavorare a Palazzo Italia i primi ricercatori del "Centro per le Analisi, Decisioni e Società" (CADS), uno dei sette centri che lo costituiscono.

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore