scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
05/10/2021

Ha vinto l’Anas: Regina chiusa per quattro mesi

QN - Il Giorno

Tremezzina, sindaci e il prefetto si sono dovuti arrendere
TREMEZZINA Come nel "Gioco dell'Oca" dopo mesi di trattative, proteste, prese di posizione dei politici e dichiarazioni più o meno piccate il cantiere per la Variante della Tremezzia è tornato al punto di partenza e rimarrà chiuso per quattro mesi di fila. A far tramontare ogni speranza la constatazione che il cronoprogramma dei lavori non può essere modificato perchè l'appalto è già stato firmato, così come aveva sostenuto Anas fin dall'inizio. «Riteniamo che nella fase del bando e della gestione della gara d'appalto, avvenute senza il coinvolgimento delle amministrazioni locali e del territorio, vi sia stata, da parte di Anas, una grave sottovalutazione dell'impatto della scelta progettuale di avvio del cantiere sud sulla vita delle nostre comunità - lamentano i sindaci di Tremezzina, Menaggio, Centro Valle, Alta Valle, Argegno, Colonno, Griante e Grandola ed Uniti - Questa sottovalutazione reca ora con se altrettanto gravi conseguenze. Purtroppo le riunioni di questi mesi non hanno portato nessun elemento nuovo alla discussione». Alla fine è tramontata definitivamente l'ipotesi B, ovvero il senso unico alternato per 13 mesi e mezzo seguito dalla chiusura totale di 2 mesi, che comunque non aveva mai riscontrato il favore dei paesi del lago. «La tanto sospirata "Ipotesi B", così come proposta e riproposta da Anas, per i vincoli tecnici e giuridico-contrattuali che l'azienda stessa ha costantemente richiamato, non consente di superare o mitigare le gravi criticità che abbiamo da subito evidenziato». I primi cittadini pretendono di essere tenuti costantemente informati sull'evoluzione del cantiere.