scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
30/04/2021

Grillo: «L’ospedale del Felettino va inserito nel Projet Financing» l’intervento

Il Secolo XIX - Si.Co.

La SpeziaNell'acceso dibattito sulla realizzazione del nuovo Felettino interviene anche l'ex senatore spezzino Luigi Grillo che intende portare un contributo che deriva dalla sua esperienza di legislatore che nel 2002 ha proposto al Senato l'inserimento della tecnica del Project Financing approvato in Parlamento con il Codice degli Appalti.«Gli esponenti del Centro Sinistra spezzino si oppongono alla realizzazione del nuovo Ospedale del Felettino alla Spezia per diversi motivi - dice Grillo - Tenere fuori i privati dalla costruzione e gestione dell'ospedale è una scelta legittima ma frutto di una pregiudiziale tutta politica che si rifà ad una cultura un tempo praticata dalla sinistra. Dal 1948 al 2002 il 100% delle opere pubbliche che si sono realizzate in Italia si sono fatte con risorse pubbliche». Luigi Grillo ricorda poi come «all'interno della legge 166/2002 venne introdotto in Italia, con un emendamento a mia firma, il Project Financig la possibilità cioè che operatori privati, Imprese di costruzione e Banche progettino, realizzino e gestiscano un'opera pubblica remunerando il capitale investito con la gestione della stessa opera pubblica - puntualizza - In Lombardia, Veneto, Toscana in questi anni si sono realizzati ospedali ricorrendo proprio alla tecnica del Project Financing - incalza Grillo - per il Felettino si contesta il fatto che i costi sono cresciuti da 175 a 264 milioni di euro. Ma non si possono confrontare le mele con le pere. La cifra ipotizzata nel 2014 serviva solo per la costruzione dell'opera. Ora si è deciso di fare una gara europea con il coinvolgimento dei privati per la costruzione e la gestione dell'Ospedale». Grillo ricorda poi come in passato lo Stato abbia «finanziato di anno in anno i Comuni, le province, le Regioni l'Anas, le Ferrovie Statali, le Autorità Portuali, i vari Ministeri per realizzare opere varie tra cui caserme della Polizia, dei Carabinieri, della Guardia di Finanza, carceri, ospedali, Parcheggi, metropolitane, impianti sportivi ed altro -ricorda l'ex senatore - Nel 2002 il Governo di allora si pose il problema di recuperare il Gap infrastrutturale dell'Italia rispetto ai Paesi europei più evoluti sapendo che non poteva contare su risorse pubbliche aggiuntive in grado di finanziare tale arretrato. La norma sul Project Financing è stata ogni anno migliorata e inserita a pieno titolo nel Codice degli Appalti approvato dal Parlamento nel 2006». --Si.Co.© RIPRODUZIONE RISERVATA