MENU
Chiudi
02/11/2018

Graffiti, una ditta pulirà i muri

QN - Il Resto del Carlino

LA GARA
LA GARA Chi vincerà dovrà intervenire per due volte in centro storico nell'arco dell'anno solare
di PAOLO ROSATO
LA LOTTA senza quartiere contro gli «imbecilli» e i «figli di papà» che sporcano i muri della nostra città, annunciata due sere fa dal sindaco Merola dai divani del 'Salotto' di Patrizia Finucci Gallo, comincia ad avere contorni più chiari: sarà infatti un bando da circa 500mila euro a selezionare la ditta specializzata che ripulirà a fondo il centro storico per due volte, nel 2019. Si andrà anche oltre certo, ma intanto si partirà dall'anno prossimo. La cifra, tutte risorse di Palazzo d'Accursio, era stata anticipata proprio da Virginio Merola e un'ulteriore conferma arriva dall'assessore alla Sicurezza e al Patrimonio, Alberto Aitini, che da vicino sta seguendo tutta la partita. «Il sindaco ci ha chiesto un forte impegno su questo tema - spiega Aitini - e assieme abbiamo condiviso un'operazione di questo tipo. Faremo un bando dove il Comune s'impegna a una pulizia straordinaria del centro storico della città e parallelamente - specifica l'assessore - stringeremo un accordo di collaborazione con le associazioni dei con proprietari immobiliari e con gli amministratori di condominio per un ulteriore momento di pulizia». INSOMMA, per due volte nell'anno solare scendere in campo la ditta selezionata, in mezzo si chiederà un'azione coordinata di proprietari e amministratori. «Si - conferma Aitini -, senza dimenticare che accanto continuerà il fondamentale lavoro delle associazioni di volontariato, che tantissimo hanno fatto in questi anni per tenere la nostra città». Una collaborazione finora proficua, basti pensare, per dirne due, all'opera dei No Tag Saragozza (ora al lavoro anche sulla parte di pianura del portico di San Luca) e all'impegno in zona universitaria di AssoPetroni. DETTO dell'operazione del Comune, non verrà meno l'altro bando, 'Muri puliti', che anche nel 2019 verrà rivolto ai privati per tenere puliti i palazzi con un contributo a fondo perduto da parte di Palazzo d'Accursio di circa 25mila euro, con un solo anno di obbligo manutentivo degli edifici. L'ultimo è stato evaso al 90% (214mila gli euro elargiti), quindi c'è fiducia per una buona conferma. In più, il Comune come annunciato giorni fa sul Carlino dall'assessore Aitini intensificherà il controllo notturno della municipale, proprio in quelle vie del centro storico dove l'attività dei writers prolifera. © RIPRODUZIONE RISERVATA

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore