scarica l'app
MENU
Chiudi
28/02/2020

Govetto: va rivisto il sistema degli appalti

Messaggero Veneto - M.T.

pavia di udine
PAVIA DI UDINE. I costi a carico del Comune per la manutenzione degli impianti di riscaldamento delle scuole crescono di quasi il 140% e il sindaco Beppino Govetto suona il campanello d'allarme.Rispetto ai precedenti bandi, denuncia il primo cittadino, «che hanno durate differenti a seconda del servizio, quelli siglati a fine 2019 portano notevoli aggravi nelle casse comunali. Tirando una somma complessiva, spendiamo 25 mila euro in più per avere le stesse cose che ottenevamo prima». Ma oltre alle maggiori uscite, sottolinea Govetto, «c'è anche la beffa per le imprese locali.I bandi di gara che sono gestiti attraverso la centrale unica di committenza fanno sì che ad accaparrarsi i lavori siano imprese più grandi, magari non del territorio, che poi subappaltano col risultato di appesantire i costi per la collettività». Per le spese di manutenzione degli impianti di riscaldamento delle cinque scuole del comprensorio, spiega Govetto, «siamo passati dai 12.500 euro del precedente contratto agli attuali 29.800, con aumento del 138,30%. Per il noleggio delle stampanti delle scuole, invece, siamo passati da 3.200 euro a 5.800 (più 74%). E ancora, per la gestione del servizio di manutenzione del verde nei cimiteri siamo passati da 24.500 euro a 30 mila. Aumenti insostenibili ai quali stiamo facendo fronte attraverso riserve di bilancio».I temi appalti dei lavori e spese di manutenzione sta preoccupando molte amministrazioni locali, tanto che, conclude Govetto, «giorni fa nel municipio di Lauzacco l'assessore regionale Sebastiano Callari ha incontrato sindaci e amministratori annunciando modifiche al sistema per rendere più semplice e trasparente il mercato degli appalti, creando economie di spesa a vantaggio di nuovi servizi per i cittadini». --