scarica l'app
MENU
Chiudi
14/07/2020

«Gli spazi pubblici per la scuola? Il Comune utilizzi anche il Teca»

QN - Il Giorno

CASSANO D'ADDA Dal Miur arriva l'invito ad utilizzare gli spazi pubblici a disposizione dei Comuni per agevolare l'applicazione alle direttive anti Covid legate alle distanze da rispettare nella prossima stagione scolastica. Un invito che, secondo la Consigliera Elena Bornaghi, Il Comune non ha recepito in pieno: «Gli spazi della scuola sono quelli che sono, quindi per eventuali spazi collegiali da utilizzare dovremmo prendere in esame anche l'utilizzo del Teca, rivedendo il bando messo in gara con il solo intento di cederlo a privati togliendoci quindi, la possibilità di utilizzarlo come servizio pubblico mentre dovrebbe essere a disposizione anche del comune e della scuola a costo zero». Il sindaco Roberto Maviglia apre uno spiraglio. «Per ora - dice - non è stata avanzata nessuna richiesta di spazi esterni. Se ci sarà una richiesta della scuola in questo senso la valuteremo con il gestore che vincerà la gara. L'appalto non esclude questo tipo di utilizzo. In questo momento stiamo ragionando con al scuola su altre soluzioni e interventi che riguardano gli spazi scolastici e non quelli extra scolastici. Ovviamente non faccio finta di non vedere la finalità provocatoria della proposta ma preferisco lasciare ad altri le polemiche». La gara pubblica prevede la concessione della gestione del TeCa a costo zero; il comune si riserva l'utilizzo di 30 date annuali, un diritto che costerà alle casse comunali 60mila euro. Stefano Dati