scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
24/08/2021

Gli interventi di falegnameria inseriti in contratti di appalto

Il Sole 24 Ore

Le agevolazioni per i lavori in casa / A cura di Marco Zandonà / [1772]
Se nell'ambito di una ristrutturazione edilizia si inseriscono nel contratto d'appalto anche lavori di falegnameria (realizzazione di pareti attrezzate, boiserie, cabina armadio, scrivanie su misura eccetera), le relative spese possono rientrare tra quelle detraibili insieme con le altre sostenute per la ristrutturazione (quindi a concorrenza del limite di spesa di 96mila euro)? Oppure si può esclusivamente fruire del bonus mobili collegato alla ristrutturazione? C.S. - ROMA La risposta al primo quesito è affermativa, a patto che i lavori di falegnameria vengano effettivamente eseguiti all'interno di un contratto di appalto di ristrutturazione edilizia. In tal caso, in alternativa all'acquisto dei mobili, gli stessi si realizzano sulla base di una prestazione di servizi dipendente da contratto di appalto e, nel limite complessivo di 96mila euro per tutte le opere, si rende applicabile la detrazione del 50% per ristrutturazioni edilizie.