scarica l'app
MENU
Chiudi
25/06/2019

Gli incarichi tecnici sotto la lente «Violato il codice degli appalti»

Gazzetta del Sud

A Borgia un nuovo attacco della minoranza
Contestatii criteri di affidamento sotto il profilo della rotazione
Letizia Varano B ORGIA Prima erano stati gli incarichi legali, adesso nel mirino dei consiglieri del gruppo di minoranza " Nuova Borgia" sono finiti anche gli incarichi tecnici. Con una nuova interrogazione a risposta scritta,i consiglieri Giovanni Maiuoloe Marta Cristofaro "esi gono" spiegazioni su tutti gli affidamenti di incarichi di progettazione, direzione dei lavori, di coordinamento in fase di esecuzionee di collaudo espletati dal 2014 ad oggi. Al setaccio sono stati passati gli incarichi peri servizi tecnici esterni per un totale di 49 distribuiti nelle varie annualità prese in esame. Nel formularel'i nterrogazione," Nuova Borgia" si richiama alla normativa vigente in materiae in particolare al principio di rotazione degli invitie degli affidamentie in modo da assicurarel' effettiva possibilità di partecipazione delle microimprese, delle piccolee medie imprese «Il principio di rotazione-scr ivonoi consiglieri- ha come scopo precipuo di evitare che il carattere discrezionale della scelta si traduca in uno strumento di favoritismoe si estrinseca mediantel'a ffidamento, preferibilmentee ove possibile, a soggetti diversi da quelli che in passato hanno svolto il servizio». Gli esponenti di" Nuova Borgia" chiamano in causal' Anace le sue linee guida che stabiliscono che per motivi di trasparenzae correttezza bisogna riportare nella documentazione di gara il procedimento adottato per il calcolo dei compensi postia base di gara, inteso come elenco dettagliato delle prestazionie dei relativi corrispett ivi. Ciò permette ai potenziali concorrenti di verificare la congruità dell' importo fissato,l' assenza di eventuali errori di impostazione o calcolo. «L' attivazione di procedure di affidamenti di servizi tecnici inferioria 40mila euro- fanno notare Maiuoloe Cristofaro- sulla base di una stima sommaria non veritiera dell' importo della prestazione professionale di fatto viola il codice degli appalti negando il dialogo competitivo tra professionistie creando particolarismi che potrebbero inficiare anche la qualità della progettazione». Da queste premesse sono scaturite le domande poste alla sindaca, al segretario comunale, al responsabile dell' ufficio tecnico, al presidente del consiglioe alla giunta,e per conoscenza al prefett o. «Come mai il Comune di Borgia non applica il rispetto della rotazione dei tecnici?- chiede " Nuova Borgia"- Come mai sono stati affidati più incarichi negli stessi anni sempre agli stessi professionisti? Come sono stati determinatii corrispettivi professionali? Come mai alcune determine di affidamento non risultano pubblicate all' albo onlin e?». E ancoral' opposizione incalza chiedendo come mai negli incarichi di adeguamento sismico di scuole si incarichino tecnici per fare la progettazione esecutiva senza quella preliminaree definitivae senza avere effettuato la verifica sismicao perché in alcuni casi si sia passati dall'app rovazi one di uno studio di fattibilità all' affidamento di un incarico di progettazione esecutivae direzione dei lavori, saltando il progetto definitivo. «Tale situazione- ha affermato il capogruppo Maiuolo- si perpetua da decenni, ci chiediamo come mai gli organi preposti al controllo non siano venutia verifica re».

Foto: Ci si interroga anche sul rispetto della corretta tempistica rispetto alle diverse fasi di progettazione


Foto: I quesiti al ComuneL' amministrazione interpellata sulle modalità di assegnazione