scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
05/02/2021

Giù i contagi, 40% in meno rispetto al picco 20 giorni fa

Il Gazzettino

CORDENONS
A Cordenons arriva Riccardo Riccardi. Il vicepresidente della Giunta regionale, sabato alle 10, sarà presente all'auditorium Moro per un incontro (a porte chiuse) con i sindaci dell'hinterland pordenonese. Da assessore alla Sanità potrà fare il punto della situazione sull'emergenza Covid-19, sia a livello locale che regionale. «A Cordenons spiega il sindaco Andrea Delle Vedove la situazione è sotto controllo e, anzi, rispetto al picco dei contagi di 20 giorni fa abbiamo registrato una flessione del 40% in quanto a numero di contagi ed isolamenti domiciliari. Sono fiero dei miei cittadini: la maggior parte di loro sta rispettando le regole. Spero che continuino ad adottare la massima prudenza. Anche perché passare dalla zona gialla (rafforzata) a quella arancione o, peggio, rosso, è un attimo. Allora sì che sarebbe un dramma per tutti».
BONUS
L'amministrazione, dal canto suo, ha già messo in atto una serie di provvedimenti economici a favore delle persone che, a causa del virus, si sono venute a trovare in difficoltà. «Altri aiuti - precisa il sindaco siamo pronti a garantirli qualora la situazione dovesse ulteriormente peggiorare». Il Comune, recentemente, ha stanziato più di 100mila euro (per la copertura delle spese delle utenze di energia elettrica e gas del periodo gennaio-ottobre 2020), che sono stati destinati a nuclei familiari in possesso di un indicatore Isee non superiore a 20mila euro e che non avessero depositi bancari superiori a 5mila euro. Il bando ha avuto numerose adesioni. Un vero e proprio boom di richieste che, del resto, era immaginabile vista la crisi che sta mettendo in ginocchio sempre più famiglie. Il contributo doveva essere pari alla somma delle bollette delle utenze oggetto del bando: in base all'indicatore Isee e al numero di componenti del nucleo familiare, l'aiuto economico è andato da un minimo di 200 a un massimo di 800 euro. «In questo difficile momento aggiunge Delle Vedove - il Comune va incontro alle famiglie bisognose con sostegni concreti. L'impegno dell'amministrazione è sempre stato massimo e continuerà a esserlo in futuro».
POCA LIQUIDITÀ
La pandemia da Covid-19 ha creato anche a Cordenons situazioni di povertà che prima non c'erano, soprattutto tra commercianti e imprenditori ai quali è venuta a mancare la liquidità. «Paradossalmente, pur non potendo lavorare o comunque avendo dovuto rinunciare a una grossa fetta degli incassi prima garantiti ha concluso Delle Vedove - sono costretti a continuare a pagare affitti e bollette». (Al.Co.)
© RIPRODUZIONE RISERVATA