scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
29/09/2021

Giovanna GallianoAcqui TermeAmmonta a 700 mila eur…

Il Secolo XIX - Giovanna Galliano

Giovanna GallianoAcqui TermeAmmonta a 700 mila euro il contributo che Palazzo Levi si è aggiudicato per finanziare i lavori di ristrutturazione del centro polisportivo Mombarone. Il Comune, infatti, arrivando tra i primi 100 in graduatoria, si è conquistato un posto fra coloro che hanno partecipato al bando "Sport e Periferia" (in tutto 3300). Un bando statale che mira ad aiutare le città a riqualificare i propri impianti sportivi. Con quei soldi si potrà dare il via al primo lotto di interventi sul complesso sportivo, che prevede di ammodernare, riqualificare e adeguare la struttura risolvendo svariate criticità accumulate nel tempo. In realtà il progetto presentato prevede lavori per un totale di 1,2 milioni di euro. Ciò che manca dal budget lo metterà direttamente il Comune. «È un successo importante che mostra la bontà progettuale delle nostre proposte - spiega il vicesindaco Paolo Mighetti -. L'aggiudicazione di questo bando è una grande opportunità per la nostra comunità, perché il complesso sportivo di Mombarone rappresenta una struttura dalle grandi potenzialità per il nostro territorio, che ha la necessità di ricevere attenzione e investimenti». L'ottenimento del finanziamento rappresenta indubbiamente una notizia positiva per Acqui. Una notizia che arriva quasi alla vigilia dello scadere del bando emanato da Palazzo Levi per trovare un partner privato in grado di gestire Mombarone. Il bando infatti scadrà l'8 ottobre prossimo. L'obiettivo del Comune è quello di riportare la struttura sportiva, una delle più grandi della provincia, agli antichi splendori per diventare punto di riferimento per tutte le associazioni che operano sul territorio. Dall'atletica al rugby, passando per il tennis, il nuoto, la pallacanestro e il volley. Al partner privato sarà richiesto di intervenire nel progetto di ristrutturazione soprattutto per ciò che concerne gli spogliatoi esterni. A gestire Mombarone poi sarà il soggetto privato con il controllo puntuale di Palazzo Levi. Su questo punto l'amministrazione comunale è stata chiara: non si dovranno ripetere gli errori del passato che hanno contribuito a rendere meno competitiva la grande struttura nata negli anni Settanta. «Con il bando per l'affidamento del Centro sportivo Mombarone stiamo cercando un gestore per dare una nuova regia alla struttura» ha precisato il vicesindaco di Acqui Paolo Mighetti, «la situazione di Mombarone è molto complessa, in quanto le condizioni in cui versa sono molto distanti da quelle originarie. Stiamo parlando di una struttura che risente di una trascuratezza derivante dagli scarsi investimenti che le precedenti amministrazioni hanno dedicato a tale complesso». --© RIPRODUZIONE RISERVATA