scarica l'app
MENU
Chiudi
03/01/2020

Giannoni torna subito al lavoro sarà promoter per la geotermia

Il Tirreno - G.P.

per 35 anni È stato sindaco di MONTEVERDI
MONTEVERDI marittimo. Carlo Giannoni ha perso la scommessa: dopo aver amministrato il Comune per 35 anni non si ritira a vita privata, come promesso prima delle elezioni di maggio. Alla vigilia di Natale e non senza emozione ha accettato la proposta che gli hanno fatto le imprese dell'area geotermica "tradizionale" di rappresentarle in tutte le sedi pubbliche e private per creare nuove opportunità di lavoro. L'area geotermica "tradizionale" è parte delle province di Pisa, Siena e Grosseto: le aziende attive in questo territorio sono una trentina in settori diversi, i dipendenti sono oltre 1.500. Costituiscono l'indotto delle attività geotermiche di Enel Green Power, si occupano di manutenzioni, riparazioni e cantieristica.Ma non solo: all'occorrenza svolgono lavori per i Comuni e per le Province, oltre che per i privati. Negli ultimi anni il raggio d'azione dell'indotto "geotermico" si è ristretto: scelte industriali dell'Enel e nuove norme sugli appalti hanno penalizzato le imprese locali, così la concorrenza delle aziende nazionali si è fatta sentire molto di più che in passato; e da ultimo il mancato rinnovo degli incentivi alla geotermia (deciso dal governo Lega-M5S) ha "raffreddato" i progetti della grande società elettrica e le conseguenze si sono sentite subito a valle, proprio nel campo d'attività delle imprese locali. Questa situazione ha spinto le aziende dell'indotto a unire le forze e costituire un organismo operativo comune: a guidarlo è stato chiamato Carlo Giannoni. L'atto fondante porta la data del 23 dicembre, firmato in un ufficio di Pomarance dalla quasi totalità delle imprese dell'area geotermica, comunque aperto ad ulteriori adesioni. Eccone il testo: «È interesse delle imprese con sede nei comuni geotermici di sviluppare, individualmente e collettivamente, la propria capacità innovativa e la propria competitività e di accrescere le possibilità di lavoro e di profitto nell'esercizio delle rispettive attività. Al fine di realizzare tali obiettivi le imprese con sede nei comuni geotermici conferiscono a Carlo Giannoni l'incarico di rappresentarle». Ricevuto l'incarico, Giannoni si è subito messo al lavoro, nello stile diretto e pratico che ha caratterizzato tutto l'arco del suo impegno nella pubblica amministrazione. Sostenitore convinto della geotermia e delle sue applicazioni per la crescita del territorio. All'occorrenza pronto alla polemica anche aspra quando scelte non sufficientemente calibrate si stavano affermando in Regione. Risultato: una "full immersion" schierata che gli ha procurato grande conoscenza della materia e molteplicità di contatti. E così Carlo Giannoni ha risposto alla chiamata ed è tornato sul campo di battaglia. «Sto prendendo contatti - racconta - con i sindaci e i presidenti delle Province affinché sensibilizzino i rispettivi uffici tecnici a una particolare attenzione alle imprese locali in un momento di difficoltà». -- G.P.