scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
12/10/2021

Giacomo Carobbipistoia. Due nuovi campi da calcio …

Il Tirreno - Giacomo Carobbi

Giacomo Carobbipistoia. Due nuovi campi da calcio (a nove e a cinque), quattro spogliatoi e un bar ristoro con 40 posti a sedere: sono solo alcune delle novità più rilevanti di un più ampio progetto di riqualificazione e successiva gestione del campo sportivo "Edy Morandi" di via Sant'Alessio, presentato dal Gruppo sportivo Pistoia Nord e valutato positivamente dalla giunta comunale.La formula individuata è quella del project financing, primo esempio in assoluto nel territorio del comune di Pistoia in fatto di impianti sportivi: un sistema reso possibile dal Codice degli appalti del 2016 che, di fatto, si pone come alternativa molto più appetibile per le società sportive rispetto alla procedura di affidamento tramite bando. Al contempo, permette alle amministrazioni comunali di risolvere una serie di problemi legati alla difficoltà di reperire risorse stringendo alleanze fino a pochi anni fa improponibili. «Il settore dello sport e l'utilizzo del project financing - si legge nella delibera 226 del 29 settembre - garantiscono ampie prospettive di crescita e di interazione che puntano al superamento della sola concessione in gestione di impianti ormai obsoleti o non in posizione di sostenibilita economica». La proposta risale al 23 giugno scorso, quando la società del presidente Aldo Bertocci, che al "Morandi" ha sempre avuto il proprio quartier generale, ha presentato un piano dettagliato di interventi e con essa la richiesta di poterne usufruire in qualità di gestore unico per un periodo di venti anni.L'occasione adesso è quella giusta per superare carenze ormai croniche della struttura, delle quali il Pistoia Nord si è sempre lamentato, trasformandola di fatto in un vero e proprio centro sportivo. La strada è ancora lunga però: il progetto dovrà prima ricevere l'approvazione finale dagli uffici comunali competenti e i tempi non saranno strettissimi. Dopo tutte le verifiche contabili e di fattibilità del progetto l'amministrazione sarà tenuta, attraverso un avviso pubblico, a dare la possibilità ad altri soggetti, se interessati, di presentare una valida alternativa al progetto del Pistoia Nord. Che prevede, oltre ai due nuovi campi sportivi e al punto ristoro, la sistemazione del campo a 11 esistente e la costruzione di quattro nuovi spogliatoi (due per gli atleti e due per gli arbitri). E poi servizi igienici per il pubblico, uffici, locali lavanderia, magazzini e vani tecnici. I due campi saranno in erba artificiale e illuminati, pertanto saranno fruibili anche in ore notturne.Il Comune, in quanto proprietario dell'impianto, dovrà comunque vigilare affinché la gestione derivante dall'operazione non si trasformi in una sorta di privatizzazione. Il "Morandi" non è l'unico impianto sportivo pistoiese bisognoso di interventi. Ecco perché il passo compiuto dal Pistoia Nord potrebbe essere il primo di una lunga serie, e il primo pensiero non può non andare alle condizioni in cui versa da anni il centro sportivo "Cappellini" di Capostrada.© RIPRODUZIONE RISERVATA