scarica l'app
MENU
Chiudi
08/12/2019

Gestione delle scuole assegnato l’appalto

La Gazzetta Del Mezzogiorno

LA «SIRAM» AVRÀ LA CONCESSIONE
l Gestione e manutenzione dei 67 edifici scolastici comunali, la Siram si è aggiudicata l'appalto. Ora, una volta terminate le verifiche amministrative, si potrà procedere alla sottoscrizione del contratto tra il Comune di Taranto e la società milanese. In campo i privati, dunque. L'operazione passa sotto l'acro nimo Ftt che significa «finanziamento tramite terzi» e, in estrema sintesi, prevede una concessione ventennale. L'im porto dell'appalto, che poi in realtà è un progetto di finanza, supera 68 milioni di euro. Il bando di gara, in particolare, stabilisce comunque che l'Amministrazione comunale versi nelle casse del concessionario 3 milioni 878mila euro quale quota di tutti i servizi erogati dall'impresa, compresi quelli relativi al pagamento della fornitura di energia elettrica. Per la cronaca, va precisato che quella di coinvolgere i privati nella manutenzione e nella gestione degli interventi negli edici scolastici comunali (scuole materne, elementari e medie) era stata un'idea della giunta Stefàno tant'è che nel giugno del 2014, in risposta ad un avviso pubblico, era pervenuta una sola offerta avanzata dalla società milanese Siram (vincitrice della gara un paio di settimane fa). E se l'Ammi nistrazione Stefàno interruppe il suo percorso, è stata quella guidata da Melucci a riprenderlo e (salvo imprevisti) a portarlo a termine. Il meccanismo che ha retto il bando di gara è quello del finanziamento tramite terzi, dunque. Ma qual è il principio ispiratore del Ftt? L'Amministrazione comunale cede al privato che si aggiudica la gara la manutenzione e la gestione di tutte gli edifici scolastici versando un canone di 3,7 milioni. Non un euro di più per i prossimi vent'anni e come contropartita il Municipio non solo non farà interventi extra, ma risponderà immediatamente alle richieste d'intervento. L'avviso del Comune (a cui ha risposto solo la Siram) prevedeva per la partecipazione requisiti piuttosto rigidi. Tra questi, infine, bisognava dimostrare di aver fatturato, negli ultimi cinque anni ed in attività analoghe a quelle inserite nell'avviso pubblico, almeno il 10 per cento dell'im porto dell'appalto stesso (almeno 6,8 milioni di euro). Inoltre, il capitale sociale non doveva essere inferiore a 3 milioni 416mila euro. Fabio Venere 67 EDIFICI Da manutenere