scarica l'app
MENU
Chiudi
14/01/2020

Gestione dell’Angioletto, bandita la gara d’appalto

La Gazzetta Del Mezzogiorno

BARLET TA IL SETTORE SERVIZI SOCIALI DEL COMUNE HA AVVIATO LA PROCEDURA PER LA CONCESSIONE DEL CENTRO SOCIALE POLIVALENTE PER DIVERSAMENTE ABILI
Il Centro di via Barberini offrirà attività sociali, ludiche e ricreative a cittadini con disabilità
l BARLETTA. Il settore servizi sociali del Comune ha indetto la gara d'appalto per la gestione in concessione del Centro sociale polivalente per diversamente abili "Angioletto", in linea con quanto stabilito dal IV Piano sociale di zona dell'Ambito di Barletta, che prevede l'attivazione di un centro polivalente per diversamente abili entro il 2020, e in ottemperanza all'indirizzo dalla delibera di giunta comunale numero 261 del 9 dicembre scorso. Si tratta di una procedura aperta che, una volta arrivata a compimento e ricevute le proposte, entro l'8 febbraio prossimo, proseguirà fino ad arrivare all'aggiudicazione, alla presa in carico e all'atti vazione del Centro che, dovendo scontare tutta una serie di passaggi, verifiche e incombenze normativamente vincolanti, si prevede non prima di giugno prossimo. L'affidamento in concessione avrà una durata di 5 anni a partire dalla consegna del servizio e, nell'aggiudicazione, si terrà conto dell'offerta qualitativamente ed economicamente più vantaggiosa. Il gestore concessionario dovrà garantire 36 ore settimanali di servizio all'utenza, persone di età compresa fra i 18 e i 65 anni con disabilità lievi (autonome e semiautonome che non necessitano di assistenza sanitaria continuativa). Il centro potrà prendere in carico non più di 50 persone in totale e mai più di 30 utenti alla volta. Lo scopo del Centro è quello di offrire a ragazze e ragazzi e adulti con disabilità occasioni di socialità, ludiche, formative, ricreative e di integrazione; deve servire da una parte a contrastare l'isolamento e l'emarginazione sociale di queste persone e dall'al tra a favorire processi che le rendano autonome e arricchiscano le competenze e le capacità. «La città ha bisogno di centri come l'Angioletto, fra l'altro una struttura di cui il comune già dispone e che aspetta di entrare in funzione a fronte di una domanda importante di servizi come quelli che il Centro sociale polivalente in questione offrirà", hanno detto il sindaco Cosimo Cannito e l'assessore alle Politiche sociali Maria Anna Salvemini.