MENU
Chiudi
04/08/2018

Gestione del verde, via libera dal Tar

QN - Il Giorno

di FRANCESCA SANTOLINI - BUCCINASCO - IL TRIBUNALE amministrativo si è espresso e ha dato ragione al Comune. Quello sconto eccessivo, quei servizi proposti dall'operatore e definiti dal responsabile unico del procedimento come «offerta anomala» non sono stati supportati da giuste motivazione e non hanno convinto né il Comune, né il Tar. Quest'ultimo, infatti, ha avvallato la scelta del Comune di escludere la prima azienda classificata nella gara d'appalto per il servizio del verde, affidando lo stesso alla seconda. «QUESTA sentenza - spiega il sindaco Rino Pruiti - dimostra la correttezza e la preparazione dei nostri uffici che in modo scrupoloso non solo preparano i bandi di gara ma in modo altrettanto scrupoloso, verificano le offerte pervenute, nel rispetto del codice degli appalti e delle linee guida dell'Anac». Il procedimento ha radici relativamente lontane. All'inizio del 2018 si è concluso l'iter per l'affidamento del servizio di gestione del verde pubblico: la procedura di gara ha visto il servizio diviso in quattro lotti, affidati utilizzando il principio dell'offerta economicamente più vantaggiosa. Per il lotto 1, quello che comprende il taglio dell'erba nei parchi cittadini ,una delle società partecipanti è stata esclusa per aver presentato quella che in gergo viene definita un'offerta anomala, che si discosta in modo eccessivo da quelli che sono i valori indicativi dell'ente. Per questo è stata esclusa, assegnando il servizio alla seconda. L'azienda vincitrice in pectore, però, non si è rassegnata e, a seguito dell'esclusione, ha presentato ricorso al Tar a seguito dell'esclusione. «La cura del verde è un tema particolarmente sensibile e in passato abbiamo avuto notevoli disagi a causa dell'inefficienza di chi gestiva l'appalto - prosegue il sindaco -. La società ricorrente, a cui già in precedenza sono state applicate sanzioni per inefficienze riscontrate nell'esecuzione del servizio, ha presentato un'offerta che gli uffici hanno giudicato anomala per vari aspetti. Non ritenendo sufficienti le spiegazioni fornite dalla società, il Rup ha escluso la società dalla gara». ESAMINATI gli atti, anche il Tar ha confermato la decisione del Comune. © RIPRODUZIONE RISERVATA

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore