scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
17/08/2021

Gestione del casello forestale «Revocare iterd’affidamen to»

Gazzetta del Sud

Monte CovelloL' immobile che un tempo ospitavai forestaliè di proprietà del Comune di Girifalco Girifalco,l' opposizione contesta le decisioni della Giunta
«L' immobile parte di un complesso già assegnato» Scicchitano, Ferraina Signorelloe Deonofrio sostengono che sul bene debba decidere il Consiglio comunale
Letizia Varano GIRI FA LCO Revocare la delibera con cui la giunta comunale ha avviatol' iter perl' affidamento della gestione del casello forestale di Monte Covello.È quello che chiedonoi consiglieri comunali dei gruppi di opposizione"Girifal co-una nuova era" (Carolina Scicchitano ed Elisabetta Ferraina)e" Viviamo Girifal co" (Teresa Signorelloe Mario Deon ofri o). La richiesta di revoca riferita anche agli atti successivi alla delibera come la manifestazioned' interesse,è stata indirizzata al sindaco Pietrantonio Cristofaroe inviata anche al prefetto di Catanzaro, alla segretaria comunale, al responsabile dell' area tecnicae al comandante della Stazione dei carabinieri di Girifalco.L' istanzaè stata inoltrata dopo un esame degli atti, nei qualii quattro consiglieri di opposizione sostengono di aver riscontrato presunte anomaliee possibili profili di illegittimità.I quattro sottolineano che il casello forestaleè parte di un complesso di strutturee spazi già oggetto di affidamento, per servizi turisticie salvaguardia ambientale, deliberato dal Consiglio comunale che ha visto assegnataria la cooperativa sociale " Amici della Natura". «Nonostante l' indirizzoa esercitare pieni poteri gestionali, pare chel' ufficio tecnico- scrivonoi consiglieri- con la pubblicazione della manifestazioned' interesse, non ha indicato alcun criterio minimo di valutazione tecnica, quasia voler rimetterel' individuazione del futuro gestore nell' alveo discrezionale dell' organo politico, in netto contrasto coi principi di trasparenza richiamati dal bando, che comunque si riporta alla disciplina del Codice dei cont ratt i». Secondol' opposizione, sia gli uffici chelaGiunta, sull' affido del casello forestale, agirebbero oltre le rispettive competenze, perché, secondo le disposizioni di legge in materia,l' affidamento di servizie di beni immobili funzionali alla tutela della salute pubblicae alla salvaguardia della proprietà demanialeè di esclusiva competenza del Consiglio comunale, così come lo scorporo del singolo immobile dalla convenzione in esseree il suo riutilizzoè argomento che deve passare dalla valutazione dell' aula consiliare, poiché incide su un preciso indirizzo deliberato dallo stesso organo. Ma le considerazioni dei consiglieri di minoranzanon si fermanoqui, perché arrivanoa definire «inquietante» il bando pubblicato il3 agosto scorso, «poiché vorrebbe recepire progettazionia" scatola chiusa"- scrivono- da sottoporre successivamente al vaglio dell' organo politico che deciderebbe, secondo criteri sconosciuti, stravolgendo il concetto di trasparenza richiamato nella premessa dello stesso atto». Al contrario,l' ufficio tecnico dovrebbe occuparsi prima di una riqualificazione ed agibilità dell' immobile, redigendo una dettagliata relazione da comunicare al Consiglio.