scarica l'app
MENU
Chiudi
14/11/2020

Gestione de ‘La Pinetina’ C’è la terza gara d’appalto

QN - Il Resto del Carlino

Sarà la stazione unica appaltante della provincia di Fermo ad eseguire la gara di appalto per assegnare la gestione dell'impianto sportivo denominato "la Pinetina", quello per intenderci dedicato allo sport del tennis, che da tanti anni, attualmente in proroga dal gennaio 2019, è a cura dell'associazione "Circolo tennis Porto San Giorgio". E' l'unico impianto sportivo che l'Amministrazione comunale non è riuscita ad aggiudicare essendo andate a vuoto due evidenze pubbliche, le quali, tra l'altro, sono state accompagnate da non poche ed aspre polemiche soprattutto per il fatto che il Circolo Tennis abbia rischiato di perdere la conduzione di una struttura da esso stesso resa famosa negli anni a livello nazionale ed oltre con le sue iniziative, la prestigiosa scuola di cui dispone e i tanti risultati positivi conseguiti in campo agonistico. Alla prima delle due evidenze andate a vuoto aveva partecipato il solo Circolo Tennis, ma l'impianto non gli è stato assegnato per un banale errore nella domanda. L'evidenza, riproposta, è stata annullata nel corso della sua esecuzione per una questione di ordine tecnico. La stazione unica appaltante aveva ammesso i due concorrenti, che avevano inoltrato domanda: il Circolo Tennis e l'Associazione "La Filanda". Dovevano presentare due offerte: una di natura tecnica riguardante le modalità di conduzione della struttura e una economica. La busta relativa alla proposta tecnica è stata aperta, l'altra no in seguito all'annullamento della gara. Ebbene dai verbali della commissione risultò che per la tecnica "La Filanda" aveva ottenuto un punteggio superiore a quello del Circolo Tennis, per la precisione 43,61 contro 40, un dato che la poneva in pole position per l'aggiudicazione definitiva. Si ripeterà la contrapposizione tra le due associazioni nella terza gara di appalto? Intanto la Giunta municipale ha fissati i criteri sulla base dei quali la stessa dovrà tenersi. Li sintetizziamo: durata del servizio di gestione 9 anni con eventuale rinnovo per altri 2, previo accordo fra le parti; canone di gestione annuo posto a base di gara 4.250 euro oltre iva, se dovuta; corrispettivo di gestione posto a base di gara 18.700 iva esclusa per i primi 2 anni 26.118,75 oltre iva il terzo anno e 9.500 iva esclusa, per il restante periodo di durata della gestione; realizzazione entro i primi 3 anni di interventi finalizzati al risparmio energetico dell'immobile, al miglioramento delle condizioni acustiche interne degli ambienti e all'abbattimento dei consumi idrici ed energetici per l'acqua calda sanitaria. Silvio Sebastiani © RIPRODUZIONE RISERVATA