scarica l'app
MENU
Chiudi
14/01/2019

Gessi, Lucchi e l’idea di un nuovo bando di gestione: «Possibile prima di maggio»

QN - Il Resto del Carlino

LA VICENDA L'APPELLO HA CONFERMATO LA CONDANNA DEL COMUNE IN FAVORE DEI GESTORI. ORA SI PROSPETTA LA CASSAZIONE
COME intende agire l'amministrazione sull'immobile degli ex Gessi di sua proprietà, il sindaco Paolo Lucchi aveva già detto la sua: un nuovo bando per togliere dalla fatiscenza l'ex ristorante, ammalorato in un decennio di non utilizzo. La Corte di Appello di Bologna ha respinto, come riportato dal Carlino, gli appelli e confermato il giudizio di primo grado, che aveva condannato il Comune a risarcire alla società Al Monte in 1.166.595 euro oltre alle spese. La vicenda legale avrà l'ennesimo ultimo alto con il ricorso in Cassazione. Intanto si ripropone il problema del recupero dell'immobile. IL BANDO potrebbe essere emesso entro la fine della legislatura, cioé entro maggio? «Credo proprio di sì - afferma il sindaco Paolo Lucchi - Adesso c'è di mezzo il ricorso in Cassazione, che consiglia di avere ancora un po' di pazienza. Secondo il mio punto di vista la scelta di farne un pubblico esercizio risulta la più sensata, ma si potrebbe anche fare un bando più aperto, con la disponibilità a esaminare progetti a forte impatto sociale o rivolti alla disabilità. Abbiamo il dovere di garantire unanuova prospettiva a quella parte del nostro patrimonio pubblico. Quell'edificio, che tanto ha rappresentato per la nostra città, come sede di una radio storica prima e poi come locale pubblico, deve poter rapidamente tornare ad essere frequentato». LA POSIZIONE dell'immobile resta invidiabile: nella primissima collina, fra centro e abbazia del Monte, zona idillica contornata dal verde. Il Comune non interverrà direttamente per il ripristino dell'edificio, ma sarà l'aggiudicatario del bando a dover curare la ristrutturazione. Da considerare anche la questione relativa alla panoramica area verde retrostante, che potrebbe rientrare in un progetto che la valorizzi come spazio pubblico.