scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
18/05/2021

«Gattile, perché i volontari ‘puri’ sono esclusi?»

QN - Il Resto del Carlino

Giacobazzi (Forza Italia)
«I lavori di rifinitura del Gattile intercomunale sono conclusi e la struttura è pronta per essere affidata al nuovo gestore. La giunta, quindi, ha approvato nei giorni scorsi il progetto triennale per la gestione sulla base del quale, nelle prossime settimane sarà pubblicato il bando di gara». Lo ha annunciato l'assessora all'Ambiente Alessandra Filippi che, nel Consiglio comunale dedicato al 'question time' di mercoledì scorso, ha risposto all'interrogazione presentata da Beatrice De Maio (Lega Modena) e sottoscritta anche da Piergiulio Giacobazzi (Forza Italia). I consiglieri hanno chiesto, appunto, lo stato di avanzamento dei lavori e delle procedure di acquisto degli arredi e delle attrezzature veterinarie, «il cui completamento, come ribadito dalla stessa amministrazione, era previsto entro l'estate 2020», e a che punto sia la predisposizione del bando per la gestione della struttura che avrebbe dovuto arrivare subito dopo. Il bando di gara per individuare l'operatore economico a cui affidare il servizio, come ha spiegato l'assessora, sarà pubblicato nelle prossime settimane sulla base del progetto di gestione che prevede: la gestione ordinaria delle strutture, la pulizia e l'accudimento degli animali, il recupero dei gatti incidentati e in difficoltà, il servizio di vigilanza sanitaria e veterinaria integrato al servizio di competenza dell'Ausl, azioni di promozione delle adozioni e altre attività di sensibilizzazione e di raccordo con i cittadini. Piergiulio Giacobazzi (Forza Italia) ha sottolineato due elementi che «saltano all'occhio nel nuovo bando: l'esclusione alla partecipazione di associazioni puramente volontarie e l'importo annuo assegnato, di circa 140 mila euro (quasi quattro volte superiore alle precedenti assegnazioni), visto che chi si aggiudicherà la gestione del gattile probabilmente, come capita in tutte le altre strutture, utilizzerà poi gratuitamente proprio dei volontari per la conduzione della struttura, a cui però non è paradossalmente consentito partecipare in prima persona alla selezione, e che svolgono un ruolo importante nella cura degli animali».