MENU
Chiudi
27/07/2018

Gare, la sanzione non è automatica

ItaliaOggi

SE L'IMPRESA OMETTE LA CONDANNA
L'iscrizione nel casellario informatico da parte dell'Anac a seguito della segnalazione di una stazione appaltante per omessa dichiarazione di una sentenza rilevante sotto il profilo della moralità professionale, non è mai automatica, ma presuppone una autonoma attività valutativa. Lo ha affermato il consiglio di stato, sezione quinta, con la pronuncia del 23 luglio 2018, n. 4427 per una vicenda riguardante una procedura di appalto in cui era stata disposta l'esclusione di un concorrente per l'omessa denuncia di una sentenza penale rilevante sotto il profilo della moralità professionale. L'esclusione (disposta in vigenza del codice dei 2006) era scattata per lo stesso motivo oggi previsto dall'articolo 80 del decreto 50/2016, era quindi derivata dalle omissioni dichiarative che, a loro volta, avevano avuto per conseguenza la segnalazione all'Anac da parte della stazione appaltante. L'Anac aveva dato luogo al procedimento sanzionatorio e all'iscrizione sul casellario informatico dell'impresa esclusa. I giudici hanno precisato che la legge non prevede un automatismo nell'esercizio dei poteri dell'Anac, tale per cui questa, «ricevuta la segnalazione, debba sempre e comunque procedere all'irrogazione di sanzioni, soprattutto se di natura reale ovverosia inibitorie dell'attività di impresa». Viceversa, ha detto il consiglio di stato «come del resto nello stato di diritto è proprio di ogni procedimento autoritativo-restrittivo, occorre un'autonoma e motivata attività valutativa, di ordine tecnico-discrezionale che, sulla base delle caratteristiche del fatto come accertato in sede penale in rapporto alla mancata sua esternazione in sede di gara, stimi se ciò debba comportare verso ogni pubblica amministrazione appaltante l'inaffi dabilità morale dell'impresa». Su questa stima l'Anac dovrà poi stabilire la misura della sanzione e l'iscrizione sul casellario, in considerazione della gravità e della rilevanza dei fatti che hanno distinto la falsa dichiarazione. L'Autorità non può quindi limitarsi a adottare le misure comunque in tutti i casi di omissioni, quasi in via automatica e indipendentemente da un apprezzamento in concreto in riferimento a quelle fi nalità. © Riproduzione riservata

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore