MENU
Chiudi
12/09/2018

Gara per Mantova Hub Sette offerte in Comune per il primo appalto

Gazzetta di Mantova

bando periferie
Sette offerte per i primi lavori di Mantova hub. Sono state aperte ieri mattina nella sede del settore lavori pubblici in via Visi le buste per la gara d'appalto europea che riguarderà una parte dei lavori previsti dal progetto approntato dal raggruppamento temporaneo di impresa tra Rina Consulting spa, Corvino+Multari, Sparacio&partners srl, Icaro srl e Giorgia Lorenzi. Si tratta della gara per realizzare il primo lotto relativo alla scuola superiore nell'ex ceramica che ospiterà l'istituto Mantegna e gli stralci del lotto 2 relativi alla ristrutturazione di uno dei capannoni di San Nicolò da destinare alla comunità per disabili e agli alloggi protetti di Aspef e al recupero dell'ex casa del custode che ospiterà bar, ristorante e locali tecnici. L'obiettivo del Comune è di aprire i cantieri entro la fine dell'anno. I lavori messi a gara ammontano, complessivamente, a quasi 11 milioni di cui 10, 5 per lavori a base d'asta e 338mila euro per oneri della sicurezza non soggetti a ribasso. L'appalto verrà aggiudicato con il criterio dell'offerta economica più vantaggiosa e terrà conto sia dell'offerta tecnica, che avrà un peso nettamente maggiore, che di quella economica. Chi si aggiudicherà i lavori dovrà realizzarli in 540 giorni dalla data del verbale di consegna lavori (nella gara è prevista un'offerta al ribasso sui tempi di realizzazione che non dovrà essere superiore ai 70 giorni). La commissione avrà almeno un mese di tempo per l'istruttoria tecnica sulle offerte presentate, dopodiché servirà un altro mese per l'aggiudicazione. Il che fa prevedere che se tutto filerà liscio le ruspe potrebbero entrare in azione sia nell'ex ceramica che in San Nicolò a metà novembre. Il bando prevede la possibilità per il Comune di affidare al vincitore del primo appalto anche gli interventi relativi al recupero e all'adeguamento funzionale del capannone che dovrà ospitare il centro ricerche sulle piante nonché degli altri tre capannoni e dell'ex polveriera, oltre alla sistemazione delle aree esterne, compresa l'area dell'ex cimitero ebraico, e il nuovo bosco didattico al posto degli attuali campi da calcio e il recupero degli ex spogliatoi. -

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore