MENU
Chiudi
07/12/2018

Gara d’appalto deserta nessuno vuole il Floriseum Oggi è affidato agli over 60

La Stampa - gianni micaletto

Il Comune orientato a provare la strada della procedura negoziata Le sale del museo si trovano nel villino Winter dei giardini Ormond
La gara d'appalto è andata deserta, ma in Comune non si scoraggiano: il Museo del fiore deve (ri)avere un gestore. E lo avrà, percorrendo però un'altra strada burocratica, quella della procedura negoziata. In sostanza, attraverso contatti con operatori selezionati (probabilmente si ricorrerà a un avviso pubblico), dai quali far scaturire l'offerta considerata più vantaggiosa. Nel frattempo, ci si arrangia con gli over 60 disoccupati «ingaggiati» dall'amministrazione (contratto di un anno) per tamponare alcune falle che si sono aperte nell'organico comunale. A uno di questi è assegnato il compito di tenere aperto Floriseum fino alla conclusione dell'iter per l'affidamento (con i custodi provvisori si è arrivati anche alla riapertura di villa Luca, il sito museale a Coldirodi). Già, perché il 30 novembre si è esaurito il mandato gestionale alla cooperativa Arcadia. E la città dei fiori non può permettersi di tenere in stand-by la struttura che rappresenta l'essenza della vocazione economica diventata storia e, al tempo stesso, potente simbolo nel mondo.

L'intenzione resta quella di affidare per tre anni il museo ricavato nel villino Winter, all'ingresso ovest del parco di villa Ormond. Non sono previste modifiche al bando che non ha raccolto candidature. E' costruito in modo che sia anche completato (e quindi attivato con tutte le attrezzature e gli arredi necessari) il bar interno, per una pausa caffè durante la visita, magari ammirando le bellezze del parco nel dehors immaginato nell'area del pergolato. L'investimento obbligato ha forse scoraggiato i potenziali concorrenti? «Non credo, perché l'operazione si prospetta vantaggiosa - risponde l'assessore Barbara Biale - Penso invece che non sia stata ben compresa in prima battuta. Tanto è vero che, da quanto mi risulta, in questi giorni alcuni operatori economici si sono rivolti ai nostri uffici chiedendo informazioni dopo aver saputo dell'appalto andato deserto. Insomma, si sarebbero accorti in ritardo di questa possibilità. Per cui, siamo fiduciosi». D'altronde, il gestore potrà contare non soltanto sugli incassi del bar ma anche su una somma garantita dal Comune (9600 euro annui, base d'asta al ribasso), oltre che sugli introiti dei biglietti d'ingresso, dell'affitto della sala conferenze e del padiglione Prediali, utilizzato per esposizioni. Floriseum, inaugurato l'8 aprile 2017, ha finora accolto oltre 4 mila visitatori.

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore