scarica l'app
MENU
Chiudi
20/12/2018

Gal Montagna Appennino C’è il nuovo consiglio

Il Tirreno

economia
BORGO A MOZZANO. Nuovo consiglio direttivo, nuovi bandi e nuovi progetti per il Gal Montagna Appennino. Nell'ultima assemblea annuale la neo presidente Marina Laura, ex sindaco di Cutigliano e rappresentante Anci Toscana, ha presentato il nuovo Cda e illustrato le strategie della società. Tra le notizie più importanti la proroga del bando Pit, che coinvolge diversi comuni della Valle del Serchio, al 14 gennaio. Tante le amministrazioni comunali che stanno raccogliendo manifestazioni di interesse per presentare domanda al bando che prevede sia lavori pubblici che la partecipazioni di aziende del commercio, del turismo e dell'agricoltura. Il nuovo consiglio vede il sindaco di Pescaglia Andrea Bonfanti come vice presidente, e altri sette consiglieri: Maurizio Fantini, direttore Coldiretti Lucca; Alberto Focacci, direttore della Cia, Giovanni Ciniero del Consorzio per la gestione delle risorse agro-forestali di Villa Basilica, Luca Dini di Confcommercio Lucca & Massa Carrara, Marco Ceccarelli di Confesercenti Montagna Pistoiese, Duccio Signorini e per l'Unione Comuni Garfagnana Aldo Gherardi.Sono in fase di istruttoria (e quindi a breve uscirà la graduatoria delle domande), sia il bando per le aziende agricole che quello rivolto alle Unioni Comuni per realizzare o migliorare centri di accoglienza turistica. Pubblicato anche un nuovo bando che interessa imprese che vogliano presentare progetti pilota o di cooperazione per sviluppare nuovi prodotti, pratiche o tecnologie con particolare riguardo alle filiere agricole-zootecniche, della foresta-legno e dell'agroalimentare. «Vogliamo far conoscere maggiormente l'operato e le possibilità che offre un Gal territoriale - spiega la presidente Lauri - il Pit è servito molto in tal senso, grazie alla partecipazione di diversi comuni che hanno coinvolto a loro volta molte imprese. Col direttore Stefano Stranieri e le nostre animatrici abbiamo incontrato oltre 20 amministrazioni in soli due mesi». Dopo il Pit, per 2 milioni di euro, nelle prossime settimane uscirà anche il bando Pif, progetto integrato di filiera, dedicato ad aziende artigiane ed agricole con una dotazione di oltre 900mila euro. «La nostra attenzione è anche su diverse iniziative che interessano i territori di nostra competenza come lo sviluppo degli itinerari storico-religiosi della Valle del Serchi , e dell'Appennino Pistoiese. Prosegue anche il progetto Erasmus-Rural Skills». --