scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
06/07/2021

Gal Carso, 812 mila euro per agricoltori e imprese che vogliono innovare

Il Piccolo di Trieste - Ugo Salvini

IL BANDO PUBBLICATO SUL BUR
Ugo Salvini / triesteAmmontano a 812 mila euro le risorse inserite nel bando predisposto dal Gal Carso e indirizzato ad agricoltori e aziende della trasformazione impegnate in processi di innovazione. Il bando, denominato "S10", è stato pubblicato sul Bollettino ufficiale della Regione (Bur) e si rivolge a soggetti aventi sede legale o unità operativa locali. «Si tratta di un bando - ha detto il presidente del Gal Carso, David Pizziga - atteso da tempo. Siamo in una fase di profonda trasformazione e perciò ci soddisfa poter mettere nuova energia a disposizione della comunità». Saranno finanziati i progetti finalizzati a introdurre l'innovazione nella produzione, trasformazione e valorizzazione dei prodotti agricoli e loro derivati, in particolare consolidando le reti di impresa e l'aggregazione a livello locale. Il tutto senza stravolgere la produzione primaria, migliorando i processi produttivi, riducendo la pressione sull'ambiente naturale, incrementando la produzione agricola tipica dei diversi comparti produttivi, mantenendone alto il livello qualitativo. Entreranno nel novero anche le attività di valorizzazione e promozione dei prodotti oggetto di finanziamento, oltre agli investimenti in macchinari e attrezzature per la coltivazione e l'allevamento, l'allestimento di locali per la trasformazione, la manipolazione, lo stoccaggio e la commercializzazione. Ogni singolo progetto dovrà avere un costo compreso fra i 13 mila e i 135 mila euro. Le aliquote di copertura andranno dal 40% per le attività di trasformazione e manipolazione, fino al 60% per la produzione primaria. Se le domande fossero superiori alle risorse a disposizione, il Gal Carso ne cercherà altre per gli esclusi. Finora il Gal Carso ha sempre soddisfatto tutte le domande ammissibili. Questa la divisione delle risorse più importanti per settore: erbe officinali 96 mila euro, coltivazioni erbacee e arboree 240 mila, apicoltura 90 mila, allevamento bovino, equino e ovi-caprino 120 mila, suinicoltura 210 mila, nuovi prodotti 56 mila. La scadenza per la presentazione delle domande è fissata per il 21 settembre. --© RIPRODUZIONE RISERVATA