scarica l'app
MENU
Chiudi
12/06/2019

Funivia del Mottarone più cara per i turisti I residenti pagano meno

La Stampa - luca gemelli

nuove tariffe in vigore da giugno
Sale il costo della funivia Stresa-Mottarone. La giunta del sindaco Giuseppe Bottini ha autorizzato dal 1° giugno l'aumento da 19 a 20 euro per il biglietto andata e ritorno (che comprende la seggiovia in vetta) dando nel contempo l'ok a una riduzione tariffaria per i residenti a Stresa, che finora non era prevista. I cittadini stresiani potranno salire e scendere spendendo 16 euro.

Le novità per l'impianto, affidato in gestione alla società Ferrovie del Mottarone, non si fermano qui. «Abbiamo avviato la procedura al ministero delle Infrastrutture per ottenere l'autorizzazione per il servizio serale - spiega Gigi Nerini, amministratore della società di gestione -. Saranno necessari adeguamenti alle dotazioni dell'impianto, l'obiettivo nella prima fase è di fare corse serali e notturne nei fine settimana».

La scorsa stagione la funivia ha avuto un anno record, superando quota 100 mila passaggi, l'obiettivo per il 2019 è ripetere il risultato.

«Con la primavera piovosa il numero dei passeggeri finora è un po' più basso - conclude Nerini -, ma i conti si fanno sempre a fine stagione».

La funivia entrata in servizio nel 1970, sette anni dopo la dismissione del trenino a cremagliera che collegava Stresa con la vetta, era rimasta chiusa tra il 2014 e il 2016 per lavori di adeguamento degli impianti finanziati dalla Regione, dal Comune di Stresa e dal vincitore stesso della gara d'appalto per la gestione.

Rimane da completare il recupero estetico delle stazioni, finanziato con 300 mila euro dalla Regione. Il Comune deve indire la gara d'appalto.

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI