scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
17/02/2021

Frane, parco avventura e il business del marmo nel mirino della procura

Il Tirreno - Luca Tronchetti

I TRE CAPISALDI DEll'INCHIESTA
VAGLI. Le frane ingigantite, i lavori per il Vagli Park e la compravendita delle aree legate all'attività estrattiva del marmo. Sono i tre capisaldi dell'inchiesta della procura sul "Sistema Vagli" che vede al centro l'ex sindaco Mario Puglia. Per il pm Salvatore Giannino quegli smottamenti erano creati ad arte con la concessione alle due imprese amiche di appalti per lavori di somma urgenza. Secondo gli accertamenti bancari della Guardia di finanza, dal luglio 2014 alla fine del 2019, le due imprese (Romei e Pandolfo) vicine all'ex sindaco e ai suoi sodali avrebbero incassato bonifici effettuati dal comune di Vagli Sotto per oltre 2,5 milioni. Per l'accusa dapprima c'è la falsa dichiarazione di una situazione di grave pericolo (una frana che interrompe una strada). In quel modo si consente l'affidamento in appalto con scelta diretta e quindi senza gara. Così facendo si crea una turbativa nel procedimento di scelta del contraente in aperta violazione del codice degli appalti pubblici (decreto legislativo 50 del 2016) e dell'articolo 97 della Costituzione sull'efficienza e l'imparzialità della pubblica amministrazione. Evidenti e gravissime irregolarità, secondo la procura di Lucca, emergono nella vicenda che porta alla creazione del Parco Avventura sulle rive del lago di Vagli. Secondo la procura, Vagli Park gestisce servizi a vocazione turistica senza titoli rilasciati dal Comune, e lo fa all'interno di immobili di proprietà della famiglia Puglia (hotel) che in cambio ne riceve benefici sotto forma di canoni d'affitto. In ultimo la vicenda del marmo. Una girandola di operazioni immobiliari che, per la procura di Lucca, sarebbero servite solamente ad arricchire la famiglia Puglia e a deliberare le concessioni di escavazione di marmo pregiato a favore di un ridotto numero di società amiche. Da una parte i soldi che girano nel mondo del lapideo, dall'altra la questione ambientale sullo sfruttamento eccessivo delle vette delle Apuane. --Luca Tronchetti© RIPRODUZIONE RISERVATA