MENU
Chiudi
03/03/2019

Foschi: da aprile il Comune non avrà più la vigilanza

Il Centro

la denuncia del sindacato ugl PESCARA
«Dal prossimo primo aprile i 4 dipendenti della società Aquila Srl, addetti al servizio di portierato del Comune di Pescara, resteranno senza lavoro e, con le loro famiglie, senza stipendio. Ma soprattutto il Comune non avrà più un servizio di controllo e vigilanza ai tre ingressi dei due palazzi municipali». È la denuncia del referente del sindacato Ugl, Armando Foschi , che ha intercettato il grido d'allarme dei lavoratori emerso «dalla seduta della commissione Vigilanza dove l'assessore delegato Simona Di Carlo , caduta letteralmente dalle nuvole dinanzi all'evidenza delle carte, non ha presentato un piano B». Secondo Foschi, «l'amministrazione comunale non ha indetto una nuova gara d'appalto per il riaffidamento del servizio, restando in attesa di quella della stazione unica appaltante, ossia la Regione Abruzzo, che prima di maggio sicuramente non attiverà le procedure». Inoltre, secondo l'Ugl, il Comune «non ha individuato un nuovo gestore temporaneo per subentrare nel servizio a partire da aprile e non ha previsto alcuna misura di tutela dei 4 posti di lavoro». L'Ugl prende dunque «tristemente atto dell'ennesimo fallimento della giunta e ci attiveremo in modo formale per aprire una vertenza nei confronti del Comune, pronti allo stato di agitazione».

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore