MENU
Chiudi
28/09/2018

Forse questa è la volta buona

La Prealpina

L ' AS SES SORE «Ci sarà flessibilità, il bando può accendere interessi concreti»
Crisi o non crisi, a Legnano c ' è ancora chi vende case a tremila euro al metro quadrato. Il prezzo minimo indicato nel nuovo bando per la vendita dell ' ex stabilimento Manifattura di Legnano (177 euro al metro quadrato) è quindi di quelli che permettono un buon margine di guadagno. Ne è convinto anche l ' assessore al Territorio Gianluca Alpoggio, che dall ' inizio del suo mandato ha avviato un complicato confronto con la Sovrintendenza ai beni architettonici della Lombardia per valutare quali e quanti elementi dello storico castellaccio di via Lega valga la pena di vincolare per non disperdere un patrimonio architettonico che ormai fa parte della storia della città. «Il nuovo bando - afferma l ' assessore - propone un prezzo minimo del 20% rispetto a quello della scorsa primavera e può accendere interessi concreti». «Forse quest ' ultimo tentativo non andrà a vuoto continua Alpoggio -. Intanto, dal punto di vista urbanistico continua il confronto con la Sovrintendenza. Anche in questo caso, sia per la localizzazione dell ' area che si trova a due passi da piazza San Magno, sia per la sua natura e la sua storia, la strada per la riqualificazione potrebbe essere quella di un mix funzionale ragionato che comprende sia pubblico che privato, e che garantisca per quanto possibile una certa flessibilità». Il bando pubblicato ieri riporta pari pari le stese indicazioni di quello che era stato pubblicato lo scorso aprile: «Il complesso immobiliare realizzato all ' inizio del secolo scorso presenta parti di notevole pregio»; «Il Pgt - ricorda - individua l ' area come produttiva consolidata in zona vocalmente residenziale, e prescrive la conservazione di parte dei fabbricati mediante il recupero con introduzione di funzioni compatibili quali attività commerciali, congressistiche e fieristiche, ma anche produttive che non richiedano l ' accesso con mezzi pesanti». In riferimento alla parte più recente, quella edificata negli anni Sessata e Settanta verso via Saule Banfi, il bando ricorda inoltre che «sono previste nuove possibilità edificatorie residenziali». Insomma: chi dovesse decidere di investire sette milioni e rotti nella vecchia Manifattura di Legnano potrebbe farci un po ' di tutto, meno un centro di logistica o un ' industria pesante che oggettivamente in centro a Legnano non avrebbero senso. Il prezzo è interessante, la destinazione urbanistica definita, per quanto riguarda il futuro degli edifici il Comune si dice disposto a ragionare «con una certa flessibilità». L ' unica a questo punto è attendere la mossa del mercato, se le condizioni sono davvero così buone qualcuno non tarderà a farsi avanti. Ed entro Natale per lo stabilimento ex Manifattura potrebbe finalmente iniziare una nuova vita. L.C. © RIPRODUZIONE RISERVATA

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore